Verona: incentivi alle pmi per l’innovazione tecnologica

Nell’ambito delle iniziative volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di Commercio di Verona intende sostenere la competitività delle imprese veronesi, stimolandole a realizzare progetti di innovazione tecnologica. A questo scopo è stato pubblicato un bando che prevede uno stanziamento totale di 2 milioni e 150 mila euro. I contributi saranno erogati alle imprese aventi sede legale e/o unità locale nella provincia di Verona per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica. 

Per partecipare le micro, piccole e medie imprese veronesi dovranno essere attive e in regola con le iscrizioni al Registro delle Imprese (o Rea e agli Albi, Ruoli e Registri camerali, obbligatori per le relative attività), non essere state sottoposte a procedure concorsuali o a liquidazione e non trovarsi in stato di difficoltà e non aver ottenuto, sulle stesse iniziative o programmi realizzati, benefici finanziari dalla Camera di Commercio, dallo Stato, dalla Regione o da altri Enti Pubblici, anche per il tramite di enti privati, con esclusione delle eventuali agevolazioni fiscali previste da norme nazionali sugli investimenti.

Sono considerate ammissibili le spese sostenute per inserimento di metodologie di progettazione automatica collegata col processo produttivo (CAD), di tecniche di automazione di fabbrica supportate da elaboratore (CAM), di metodologie di controllo globale della qualità del prodotto, di nuove tecnologie all’interno di processi o prodotti tradizionali tecnologicamente maturi, rinnovo per l’ammodernamento di macchinari ed impianti tecnologici. Le domande possono essere inviate esclusivamente in modalità telematica dal 28 gennaio al 4 febbraio, per le spese sostenute dal 5 febbraio al 31 ottobre 2015.

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il bando ufficiale.