Toscana: nuovo bando per l’internazionalizzazione delle imprese

internazionalizzazione-toscana

La Regione Toscana ha indetto un nuovo bando che prevede aiuti alle MPMI, sotto forma di contributo a fondo perduto con una dotazione finanziaria di circa 5 milioni di euro, per l’acquisizione di servizi qualificati per l’internazionalizzazione. Possono presentare domanda le medie, piccole e micro imprese in forma singola o associata, come reti di imprese con o senza personalità giuridica, oltre ai consorzi e alle società consortili con attività prevalente in specifici codici ISTAT/ATECO 2007 dei settori industria ed artigianato.

Nello specifico, per essere ritenuti idonei, i soggetti beneficiari dovranno occuparsi di: estrazione di minerali e attività manifatturiere, fornitura di vapore, energia elettrica, gas e aria condizionata oppure di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento, trasporto e magazzinaggio, costruzioni, servizi di informazione e comunicazione, attività tecniche, scientifiche e professionali o di conservazione e restauro di opere.

Sono finanziabili le spese riconducibili all’acquisizione di servizi per l’internazionalizzazione, sostenute dal 1 ottobre 2013. Nello specifico saranno ammessi i costi sostenuti per la messa a disposizione di infrastrutture, come la partecipazione a fiere e saloni internazionali, la realizzazione di nuovi centri di assistenza tecnica post-vendita o la creazione di uffici e sale espositive all’estero, e, ancora, i servizi di consulenza per l’internazionalizzazione, come servizi promozionali, supporto specialistico alle imprese e studi di fattibilità.

I singoli progetti possono ricevere un contributo in conto capitale a partire da un minimo di 20 mila euro per la singola micro o piccola e media impresa sino ad un massimo di 150 mila euro. I consorzi, le società consortili e le reti soggetto, invece, partono da 35 mila euro e salgono fino a 400 mila mentre, le RTI e le reti contratto possono arrivare sino ad 1 milione di euro. Il finanziamento verrà concesso nella misura tra il 30% e il 60% dei costi ammissibili.

Le domande posso essere presentate dal 13 gennaio al 13 febbraio 2014, dopo aver effettuato l’accesso alla piattaforma informatica del Sistema Gestionale FAS dal sito web di Artea. Per ulteriori informazioni sulle modalità di richiesta e per consultare il bando integrale, si può fare riferimento alla pagina ufficiale della regione Toscana, seguendo questo link.