Terni: bando per il recupero dei mestieri tradizionali

La Camera di Commercio di Terni concede contributi per favorire l’avvio e il consolidamento di imprese basate sul recupero di mestieri tradizionali e quindi promuovere uno dei settori più strategici dell’economia europea, auspicando ricadute positive e di stimolo anche per l’economia locale. Destinatarie dell’iniziativa sono le micro imprese che svolgono attività relative all’esercizio di alcune delle professioni artigianali più antiche: pelletteria e tappezzeria, lavorazione ferro battuto, abbigliamento su misura, fotografia, riproduzione disegni e pittura, lavorazione del vetro e della ceramica e della carta, lavorazione pietre preziose, pietre dure, tessitura, ricamo e affini.

Alle piccole imprese si richiede inoltre di avere sede legale nella provincia di Terni ed essere attive sul territorio da almeno 3 anni dalla data di costituzione o implementazione delle attività. Sono ammissibili a finanziamento gli oneri sostenuti per la costituzione dell’impresa, le spese relative a brevetti, marchi, disegni e modelli, i software, le spese di realizzazione siti web, l’adozione di soluzioni che utilizzano tecnologie wireless, business on line, e-commerce, le spese di affitto laboratori e noleggio macchinari e attrezzature strettamente connessi all’attività d’impresa, la formazione specifica, le azioni di marketing e comunicazione, materiali di prova, test in laboratorio, realizzazione di prototipi e collaudi finali.

La somma stanziata per l’erogazione dei contributi ammonta a € 100.000. A favore delle imprese sono concesse agevolazioni pari al 50% delle spese ammesse, a fronte di un investimento pari a 5mila euro e fino a un massimo di 20mila euro. Nel caso di imprese femminili o giovanili, i contributi sono maggiorate fino al 55%, a fronte di un massimo di 21mila euro. Per partecipare al bando è necessario inviare le domande di contributo a partire dal 1 luglio e non oltre il 31 dicembre 2014. La richiesta dovrà essere inviata tramite Posta Elettronica Certificata dell’impresa all’indirizzo cciaa@tr.legalmail.camcom.it, specificando nell’oggetto della mail la dicitura: Bando per il sostegno al recupero dei mestieri tradizionali.