Posts

formazione professionale

Contributo a fondo perduto per la formazione professionale di imprenditori agricoli e forestali della Puglia

La formazione professionale e la conoscenza sono, in tutti i settori della vita e, a maggior ragione quelli professionali, di vitale importanza. Il presente bando si occupa di fornire un contributo per sostenere corsi di formazione, coaching e attività seminariali per imprenditori, coadiuvanti familiari e addetti al settore forestale e agricolo della Puglia.

Area Geografica: Puglia
Scadenza: 04/12/2017
Beneficiari: Associazioni/Consorzi/Onlus, Micro Impresa, PMI
Settore: Servizi/No Profit
Spese finanziate: Attrezzature/Macchinari, Consulenze/Servizi
Agevolazioni: Contributo a fondo perduto
Dotazione Finanziaria: 4.000.000€

Descrizione del bando

Il presente bando rientra nella sottomisura 1.1 “Sostegno alla formazione professionale e acquisizione di competenze” per sostenere corsi di formazione, integrati anche con attività di coaching e seminariali, per favorire il trasferimento di competenze, innovazioni e conoscenze agli imprenditori, ai loro coadiuvanti familiari e agli addetti ai lavori che sono detentori di aree forestali e agricole.

Chi può beneficiare del contributo

Possono beneficiare del presente contributo per il sostegno alla formazione professionale tutti gli Organismi di Formazione Accreditati.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammessi interventi per il sostegno alla formazione professionale che riguardano le seguenti tematiche generali:

  • aumento sostenibile della produttività, della redditività ed efficienza delle risorse negli agro-ecosistemi;
  • funzionalità dei suoli e altri servizi ecologici e sociali dell’agricoltura;
  • coordinamento e integrazione dei processi di filiera;
  • qualità, tipicità e sicurezza dei prodotti agricoli;
  • utilizzo sostenibile delle risorse biologiche.

Inoltre questi progetti dovranno essere collegati alle tematiche seguenti:

  • innovazione nel campo agricolo, agro-alimentare e forestale;
  • temi di carattere ambientale: adattamento ai cambiamenti climatici, energia rinnovabile, gestione delle risorse idriche e biodiversità;

Spese ammissibili

Per il presente bando sono ammissibili queste tipologie di spese:

  • attività di progettazione, coordinamento e realizzazione delle iniziative;
  • attività di docenza e di tutoraggio;
  • acquisto di materiale di consumo per esercitazioni;
  • affitto e noleggio di aule e strutture didattiche;
  • spese per eventuali visite didattiche;
  • spese generali.

Forma ed entità dell’agevolazione

L’agevolazione per il sostegno della formazione professionale ha un’aliquota del 100% delle spese sostenute e ammesse, ed è concesso nella misura di 75€ massimo per ogni allievo e per ogni ora di attività.

Puglia: al via l’iniziativa “Giovani Innovatori in azienda”

Giovani Innovatori in azienda” è un’iniziativa sperimentale realizzata dalla Regione Puglia e l’ARTI, nell’ambito del progetto Innovazione per l’Occupabilità e del piano d’azione Bollenti spiriti 2014-2015.  Possono presentare un progetto di innovazione i giovani residenti in Puglia con età compresa tra i 18 e i 35 anni all’atto di presentazione della candidatura mentre possono ospitarlo le piccole e medie imprese con almeno una sede operativa localizzata in Puglia. L’iniziativa vuole promuovere l’incontro tra imprese operanti sul territorio regionale e giovani pugliesi che propongono progetti nell’ambito dell’innovazione e dell’internazionalizzazione.

Per quanto riguarda il primo settore, si farà riferimento ad ogni innovazione di prodotto/servizio, nei processi produttivi interni, organizzativi, amministrativi e di business dell’azienda, nei canali di distribuzione e vendita dei prodotti e servizi, o, ancora, digitalizzazione dei processi, gestione informatica del know-how e strategie web. Per quanto riguarda l’internalizzazione, saranno accettati progetti per la promozione nei mercati esteri dei prodotti e servizi dell’azienda, elaborazione di strategie per favorire l’ingresso dell’impresa nei mercati esteri, individuazione ed implementazione di nuovi canali per la distribuzione e vendita dei prodotti e servizi all’estero.

ARTI Puglia si occuperà di selezionare le proposte progettuali secondo requisiti di qualità e di favorire l’incontro tra le parti.  I giovani possono proporre il proprio progetto di innovazione compilando l’apposito formulario online a partire dal 15 settembre 2014 e fino al 15 ottobre 2014. L’impresa può inviare una manifestazione di interesse a realizzare uno specifico progetto di innovazione, compilando un apposito formulario online entro il 14 novembre 2014. Tale formulario sarà disponibile a partire dal 15 settembre 2014. L’impresa può richiedere, altresì, il supporto di ARTI per la consultazione dell’elenco dei progetti pubblicati, per identificare i propri bisogni di innovazione o per ricevere ulteriori informazioni su un determinato progetto.

Per ulteriori informazioni, è possibile scaricare l’avviso completo.

Start Cup Puglia 2014: il concorso per le imprese innovative e aspiranti imprenditori

È partita l’edizione 2014 di Start Cup Puglia, la competizione regionale che premia le nuove iniziative imprenditoriali ad alto contenuto di conoscenza. Organizzata dall’ARTI su incarico dell’Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, in collaborazione con le università pugliesi, il CNR e l’ENEA, la gara ha l’obiettivo di contribuire allo sviluppo regionale di una nuova cultura imprenditoriale basata sull’innovazione, promuovere la nascita sul territorio di imprese innovative e favorire la crescita economica del sistema produttivo regionale. Possono partecipare aspiranti imprenditori, singoli o in gruppo, che intendano avviare un’impresa innovativa in Puglia e imprese innovative pugliesi nate dopo il 1 gennaio 2014 o in via di costituzione.

Si potrà concorrere per una delle quattro categorie in gara, che sono Agrifood-Cleantech, ICT, Industriale e Life science, ma tutti i concorrenti potranno anche aggiudicarsi la menzione speciale per la categoria trasversale della Social Innovation. Il concorso è articolato in due fasi, “Dall’idea al Business Plan” e “Gara tra Business Plan”. Nella prima, con scadenza 13 giugno 2014, i partecipanti che registrano la propria idea di business sul sito della manifestazione possono essere selezionati per usufruire gratuitamente di uno specifico percorso formativo, articolato in un corso di cultura imprenditoriale, sessioni di mentoring collettivo e assistenza personalizzata per la redazione del business plan. Le attività di mentoring saranno realizzate in collaborazione con imprenditori.

Nella fase conclusiva, con scadenza 10 luglio 2014, la giuria di esperti seleziona una short list di business plan che si affronteranno in una pitch session nel corso della finale della Start Cup, in programma nel mese di settembre 2014. Ai selezionati per partecipare alla finale verrà offerto un affiancamento specialistico nella preparazione al pitch.  La procedura prevede la registrazione preliminare online delle idee di business entro il 13 giugno, mentre la candidatura alla gara va effettuata entro il 10 luglio 2014, ore 12.00, iscrivendo il proprio business plan in una delle quattro categorie. Il regolamento e tutti i dettagli della manifestazione sono disponibili su www.startcup.puglia.it.

Regioni Convergenza: bando per l’efficienza energetica delle imprese

Efficienza-energetica-certificazioni

Con il Decreto Direttoriale del 19 marzo 2014, il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso noti i termini per partecipare al bando mirato ad incentivare investimenti per l’efficienza energetica nelle imprese delle Regioni Convergenza. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di  finanziare programmi integrati per la riduzione e la razionalizzazione dell’uso dell’energia primaria utilizzata nei cicli di lavorazione e di erogazione dei servizi. Il bando è rivolto alle imprese regolarmente costituite da almeno 2 anni e iscritte nel registro imprese in regime di contabilità ordinaria, che siano stabilite in  Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Sono ammissibili a finanziamento gli interventi per l’isolamento termico degli edifici al cui interno sono svolte le attività economiche, per la razionalizzazione, l’efficientamento o la sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica e illuminazione, per l’installazione di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi, o, per sola finalità di autoconsumo, per quella di impianti per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva oggetto del programma d’investimento.

Il bando prevede una dotazione finanziaria complessiva di € 100.000.000. I programmi di investimento dovranno avere un valore complessivo stimato tra i € 30.000 e i € 3.000.000. I progetti selezionati riceveranno un cofinanziamento agevolato nella misura massima del 75% delle spese ammissibili. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate attraverso modulo informatico disponibile nel sito ufficiale del Ministero all’indirizzo www.sviluppoeconomico.gov.ita partire dal 23 aprile 2014. I contributi saranno elargiti a tutte le imprese che verranno selezionate fino ad esaurimento fondi.

Premio Fidapa per l’imprenditoria femminile

news11554img1

La sezione di Pescara dell’associazione Fidapa Bpw Italy  ha annunciato l’avvio di un nuovo progetto mirato allo sviluppo dell’imprenditoria femminile start up.  L’obiettivo è quello di stimolare una crescita dell’imprenditoria femminile, fornendo supporto a chi intende aprire una nuova attività, anche quando si trovi in una condizione di svantaggio – per propria formazione o esperienza professionale – nella creazione e nell’avvio di un percorso imprenditoriale. Possono partecipare al bando tutte le donne di Abruzzo, Molise, Basilicata e Puglia dall’età compresa tra 20 e 40 anni.

Le concorrenti dovranno realizzare progetti d’impresa che si occupino di sviluppo, produzione e commercializzazione di un bene o di un servizio basato sulla valorizzazione economica dei risultati della ricerca e con un forte tasso d’innovazione. Fidapa costituirà, assieme ad altri enti, una piattaforma per la realizzazione di corsi di formazione in materia di costruzione di società di durata mensile al termine delle quali le partecipanti potranno individuare le potenzialità necessarie per l’elaborazione del progetto.

L’associazione, con la consulenza di imprenditori e docenti universitari, individuerà sette progetti vincenti, ai quali spetterà un premio in denaro di € 7.000. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate per mezzo raccomandata entro il 20 marzo 2014 alla sede della FIDAPA – sez. di Pescara – c/o Hotel Carlton, viale della Riviera n.35 – Pescara. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito web ufficiale della FIDAPA www.fidapa.com nella sezione Comunicazione/circolare 1, biennio 2013-2015.

Puglia: idee microimprenditoriali per i quartieri in difficoltà

save-town

L’associazione Warrols ha pubblicato il bando “Save town” in partnership con la BCC e il Comune di Putignano. L’obiettivo è quello di favorire il reinsediamento di attività artigianali, commerciali, turistiche, culturali e professionali nel centro storico di Putignano e la costruzione di un centro microimprenditoriale diffuso. Possono partecipare al bando i cittadini residenti in Puglia, che abbiano compiuto i 18 anni, come singoli proponenti, gruppi informali, associazioni, cooperative e ditte individuali già costituite. Il bando supporta idee microimprenditoriali che rientrano nell’ambito delle attività commerciali e artigianali, oppure associative culturali e turistiche con una programmazione eventi costante o, ancora, di coworking legate all’innovazione.

Ai vincitori selezionati verranno concessi diversi benefici individuali, tra cui l’assegnazione del locale prescelto e il comodato d’uso gratuito per i primi sei mesi d’attività. Inoltre avranno diritto all’assistenza per la redazione di un eventuale progetto di adeguamento del locale. Potranno disporre di condizioni agevolate presso la banca di Credito Cooperativo di Putignano e di consulenza gratuita per il possibile accesso a strumenti di finanza agevolata. Inoltre, potranno richiedere gratuitamente servizi di consulenza per lo sviluppo d’impresa, la comunicazione, la promozione e il marketing, fino all’apertura dell’attività. Infine, avranno diritto anche ad una riduzione dell’imposta comunale sui rifiuti per esercizi commerciali ed artigianali.

Se il progetto comprende più di un ambito, è necessario indicare solo quello prevalente. Ciascun candidato può partecipare con la presentazione di una sola proposta. Le richieste di partecipazione con la documentazione necessaria devono essere spedite tramite servizio postale o corriere espresso entro il 20 gennaio 2014 all’indirizzo Ass. Prom. Soc. Warrols, Via Mozart 2/A – 70017 Putignano (BA). Per ulteriori informazioni sul bando, è possibile visitare il sito web dell’associazione e consultare la seguente pagina.

Bari: contributo a fondo perduto per l’internazionalizzazione delle imprese

internazionalizzazione

La Camera di Commercio di Bari ha indetto un bando pubblico volto a favorire i processi d’internazionalizzazione delle MPMI con sede legale e operativa nella provincia mediante l’erogazione di contributi a fondo perduto in forma di voucher con una dotazione finanziaria pari a € 1.000.000. Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese attive in provincia di Bari e regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, che abbiano assolto gli obblighi contributivi e rispettino le norme dell’ordinamento giuridico italiano.

Il bando prevede tre tipologie di intervento: servizi di consulenza e supporto per l’internazionalizzazione (misura A), partecipazione a missioni economiche all’estero (misura B) e partecipazione a fiere internazionali all’estero (misura C). Per quanto riguarda la misura B e C, ogni impresa può richiedere un massimo di 3 voucher e mai più di uno per la stessa fiera. Per la A, invece è possibile richiederne soltanto due. In ogni caso, il contributo complessivo massimo non dovrà essere superiore ai € 16.000.

Le spese ammissibili per la misura A riguardano la ricerca di fornitori, partner, agenti e distributori esteri, l’analisi di settore e le ricerche di mercato, il supporto legale, fiscale, contrattuale per l’estero, l’assistenza tecnica alle imprese per tematiche legate all’internazionalizzazione oppure l’informazione o la formazione strettamente riconducibile agli stessi temi. Per la misura B sono contemplati la ricerca di partner, agenti fornitori o distributori esteri, l’assistenza agli incontri all’estero da parte di personale qualificato, interpretariato e traduzione, il noleggio e l’allestimento sale per incontri e le spese di progettazione, organizzazione e gestione della missione.

Infine, per la misura C, sono previsti l’affitto degli spazi espositivi, o servizi di traduzione ed interpretariato dettagliati in fattura, l’allestimento degli stand e la pulizia degli stessi, il trasporto a destinazione di materiali e prodotti, le spese per altri servizi connessi, l’iscrizione al catalogo fiera, le spese di pubblicità in fiera o su riviste settoriali quelle di progettazione, organizzazione e gestione della presenza collettiva. Tutte le missioni economiche e le fiere ammissibili dovranno aver avuto una data d’inizio compresa tra il 25 aprile 2013 e il 31 dicembre 2013, termine ultimo per la presentazione delle richieste.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito della Camera di Commercio di Bari, al seguente link.