Produzione e commercializzazione del miele, in Sicilia arrivano i fondi.

Contributo a fondo perduto fino al 100% per azioni volte a migliorare la produzione e la commercializzazione del miele – Campagna 2017/2018.

Area Geografica: Sicilia
Scadenza: BANDO APERTO | Scadenza il 31/01/2018
Beneficiari: Associazioni/Onlus/Consorzi, PMI, Grande Impresa, Micro Impresa
Settore: Agricoltura, Pubblico
Spese finanziate: Attrezzature e macchinari, Promozione/Export, Consulenze/Servizi
Agevolazione: Contributo a fondo perduto
Dotazione Finanziaria: € 507.571

Consigliata l’istruzione della pratica da parte di un utente esperto in materia

Il presente bando è stato pubblicato nel supplemento ordinario n. 1 del BUR datato 27.10.2017.

L’ Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e delle Pesca Mediterranea intende assegnare finanziamenti agli apicoltori siciliani che hanno intenzione di incrementare i propri livelli produttivi e/o migliorare la qualità dei propri prodotti.

Soggetti beneficiari

  • singoli apicoltori
  • imprese
  • organizzazioni
  • associazioni
  • unioni di produttori
  • consorzi del settore apistico
  • enti e centri di ricerca, pubblici o privati.

Tipologia di interventi ammissibili

AZIONE A – Assistenza tecnica agli apicoltori e alle Organizzazioni di apicoltori

  • A 1.2) Corsi di aggiornamento e formazione;
  • A 2) Seminari e convegni tematici;
  • A 3) Azioni di comunicazione;
  • A 4) Assistenza tecnica alle aziende.

AZIONE B – Lotta contro gli aggressori e le malattie dell’alveare

  • B1) incontri con apicoltori, dimostrazioni pratiche e interventi in apiario;
  • B2) indagini sul campo;
  • B3) acquisto di arnie;
  • B4) acquisto degli idonei farmaci veterinari e sterilizzazione delle arnie ed attrezzature apistiche.

AZIONE C – Razionalizzazione della transumanza

  • C2.2) Acquisto macchine, attrezzature e materiali vari.

AZIONE D – provvedimenti a sostegno dei laboratori di analisi

  • D3) Presa in carico di spese per analisi qualitative.

AZIONE E – Misure di sostegno per il ripopolamento del patrimonio dell’unione

  • E1) acquisto di sciami ed api regine.

Tipologia di spese ammissibili

A1.2) Corsi di aggiornamento e formazione:

  • compensi per docenti e tecnici;
  • realizzazione produzione di opuscoli e materiale informativo;
  • materiale di consumo per i campionamenti;
  • spese di trasferimento;
  • affitto locali.

A2) Seminari e convegni tematici:

  • compensi per docenti e tecnici;
  • realizzazione produzione di opuscoli e materiale informativo;
  • materiale di consumo per i campionamenti;
  • spese di trasferimento;
  • affitto locali.

A3) Azioni di comunicazione:

  • realizzazione di siti web;
  • aggiornamento e gestione del sito web;
  • editing, divulgazione di pubblicazioni, pubblicazione di testi informativi e divulgativi.

A4) Assistenza tecnica alle aziende:

  • compensi per attività svolte dai tecnici;
  • spese per viaggi e trasferte.

B1) incontri con apicoltori, dimostrazioni pratiche e interventi in apiario:

  • spese per compenso dei tecnici;
  • spese per acquisto dei presidi sanitari.

B2) indagini sul campo:

  • spese per compenso dei tecnici;
  • spese per acquisto dei presidi sanitari;
  • spese per elaborazione dati.

B3) acquisto di arnie:

  • acquisto arnie complete a 6, 10 telaini, con fondo a rete.

B4) acquisto degli idonei farmaci veterinari e sterilizzazione delle arnie ed attrezzature apistiche:

  • acquisto presidi sanitari.

C2.2) Acquisto macchine, attrezzature e materiali vari:

  • acquisto di gru.

D3) Presa in carico di spese per analisi qualitative:

  • spese per analisi dei prodotti dell’apicoltura.

E1) acquisto di sciami ed api regine:

  • acquisto di sciami e/o api regine appartenenti alle sottospecie Apis mellifera ligustica ed Apis mellifera sicula.

Entità e forma agevolazione

  • A1.2) Corsi di aggiornamento e formazione: 80% della spesa ammissibile.
  • A2) Seminari e convegni tematici: 100% della spesa ammissibile.
  • A3) Azioni di comunicazione: 90% della spesa ammissibile.
  • A4) Assistenza tecnica alle aziende: 90% della spesa ammissibile.
  • B1) incontri con apicoltori, dimostrazioni pratiche e interventi in apiario: 80% della spesa ammissibile.
  • B2) indagini sul campo: 100% della spesa ammissibile.
  • B3) acquisto di arnie: 60% della spesa ammissibile.
  • B4) acquisto degli idonei farmaci veterinari e sterilizzazione delle arnie ed attrezzature apistiche: 50% della spesa ammissibile.
  • C2.2) Acquisto macchine, attrezzature e materiali vari: 50% della spesa ammissibile.
  • D3) Presa in carico di spese per analisi qualitative: 80% della spesa ammissibile.
  • E1) acquisto di sciami ed api regine: 60% della spesa ammissibile.

Per la campagna 2017/2018 sono state assegnate alla Regione Sicilia risorse pari ad € 507.571,67.