Marche: contributi per le PMI in transizione generazionale

091213_bXa8c

Con il decreto n. 81/IAF del 20/12/2013, la regione Marche ha approvato l’iniziativa “Ricambio generazionale” per finanziare progetti integrati di sviluppo delle imprese in transizione generazionale, con l’obiettivo di garantirne la continuità attraverso operazioni di trasferimento della proprietà e della conduzione aziendale sia verso eredi, successori o dipendenti, sia verso acquirenti esterni.

Possono partecipare al bando micro, piccole e medie imprese industriali, artigiane e di servizi alla produzione, con sede legale e operativa nella Regione Marche, in cui l’imprenditore che cede la titoliarità d’impresa abbia già compiuto 65 anni al momento della presentazione della domanda. Le imprese devono altresì risultare disponibili ad assumere un manager temporaneo per un periodo che va dai 12 ai 24 mesi e a sostenere parte dei costi.

I piani di sviluppo da presentare dovranno essere articolati in una o più misure riguardanti attività di formazione di eredi e successori attraverso voucher informativi, investimenti materiali o immateriali funzionali all’attuazione del piano di sviluppo, servizi di consulenza specialistica funzionali all’attuazione del piano di sviluppo e sostegno finanziario all’operazione di trasferimento. Inoltre, ogni progetto dovrà prevedere una durata massima di 24 mesi.

La procedura di selezione dei progetti sarà valutativa a sportello, per questo le domande di agevolazione saranno considerate valutate secondo una griglia di criteri con cui verranno giudicate qualità ed efficacia progettuale secondo l’ordine cronologico di arrivo. La presentazione delle candidature deve avvenire in modalità digitale via posta elettronica certificata a partire dal 3 marzo 2013, sino a quando i progetti ammessi a finanziamento abbiano esaurito i fondi disponibili.

Per ulteriori informazioni potete consultare il bando completo seguendo questo link.