Liguria: contributi alle imprese per la sicurezza con la legge regionale 31/2007

Con il bando previsto dalla L.R. 31/2007, art. 19 “Contributi per promuovere la Sicurezza dei Cantieri e Cultura della Responsabilità Sociale delle Imprese”, la regione Liguria concede contributi per favorire l’adozione da parte delle imprese del settore dell’edilizia e dell’impiantistica, di metodologie e sistemi finalizzati a migliorare e garantire la sicurezza dei cantieri,  con l’obiettivo di promuovere la cultura della responsabilità sociale delle imprese e l’adozione di codici etici da parte delle stesse. 

Possono accedere ai contributi le piccole imprese che, alla data di presentazione della domanda, risultino iscritte presso la CCIAA nella sezione F (Costruzioni) del codice ATECO 2007 (imprese operanti nel settore edile ed impiantistico), abbiano almeno un’unità locale ubicata in Liguria un numero di dipendenti in termini di U.L.A. non inferiore a 3 unità. I richiedenti devono essere nel libero e pieno esercizio dei propri diritti, né in stato di fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria, liquidazione coatta amministrativa o volontaria.

Possono essere presentate domande di contributo per la creazione di percorsi socialmente responsabili o sostenibili secondo norme e linee guida in materia, modelli di rendicontazione, quali il bilancio sociale e di sostenibilità, adozione di sistemi di gestione della responsabilità sociale conformi agli standard di processi, quali AA1000, ISO 26000, specifici di settore e comunque riconosciuti. I contributi possono essere richiesti anche per l’acquisto di specifico software gestionale o di servizi on-line per monitorare ed incrementare il livello di sicurezza all’interno dei cantieri.

L’incentivo regionale consiste in un contributo in conto capitale pari al 70% del totale delle spese ammissibili, oneri fiscali e previdenziali esclusi. Il contributo totale non può comunque superare l’importo massimo di € 7.000 per impresa. Non sono ammesse richieste di contributo che prevedano un importo di spesa inferiore a € 3.000. Le domande devono essere inviate via web dal 4 febbraio 2014 e fino ad esaurimento delle risorse a disposizione. Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito Filse da cui si può scaricare il bando.