Lazio: contributi alle imprese che innovano con le nuove tecnologie

immagine-social1-700x466

La Regione Lazio ha approvato il bando “ICT per tutti”, rivolta alle imprese che innovano i processi produttivi e gestionali attraverso le nuove tecnologie. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di migliorare, attraverso la scelta di nuove strumentazioni e metodologie ICT, la gestione delle imprese. Possono partecipare le micro, le piccole e medie imprese (MPMI), le cooperative sociali e le imprese artigiane.

I progetti che saranno ammessi a contributo sono quelli che prevedono l’introduzione di soluzioni ICT nell’impresa, con l’adozione di prodotti o servizi basati su tecnologie open source e sull’uso di Internet per semplificare e migliorare la gestione aziendale, per relazioni con fornitori e clienti, di marketing e di gestione della comunicazione aziendale basate sull’interazione e la collaborazione attraverso internet, per agevolare la fatturazione elettronica da parte delle imprese, per gestire i processi interni dell’impresa basati sull’erogazione di servizi attraverso Internet e per ottimizzare i processi produttivi. Sarà finanziata anche l’adozione di strumenti e apparecchiature, hardware e software, che favoriscano la creazione di prototipi e la produzione di oggetti ingegneristici e artigianali, secondo i principi dei “Makers”. Le proposte progettuali dovranno riguardare esclusivamente l’ambito applicativo civile.

Saranno ritenute ammissibili e coperte al netto dell’Iva le spese riguardanti consulenze specialistiche per lo sviluppo e l’adozione di tecnologie ICT, servizi per l’acquisizione di potenza di calcolo strumentale allo sviluppo dei prodotti o servizi, acquisto di software, hardware e apparati di comunicazione, costi per personale dipendente o di commesse di servizio per attività svolte da Atenei e da Organismi di Ricerca. Saranno considerate anche le spese generali nel limite massimo del 5% del valore complessivo del progetto di spesa approvato

Si potrà presentare entro il 30 giugno 2014, salvo esaurimento dei fondi, esclusivamente online utilizzando il formulario disponibile sul sito www.filas.it (sezione “Bandi”). Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito della Regione Lazio, seguendo questo link.