La Regione Abruzzo investe sul Turismo con un nuovo bando per le imprese

La Regione Abruzzo mette a disposizione 5 milioni di euro con il bando “Obiettivo Turismo”, al fine di favorire la promozione, la crescita e la competitività dell’Abruzzo come destinazione turistica in ambito nazionale ed internazionale. L’obiettivo è quello di aumentare e migliorare la qualità dei servizi turistici offerti dalle micro e piccole imprese, soggetti a cui l’iniziativa è rivolta. Per quanto riguarda i contributi a fondo perduto, l’importo minimo ammissibile di spesa a progetto è stato fissato a 15 mila euro, mentre l’aiuto massimo concedibile non dovrà essere superiore ai 50 mila euro, nella misura massima dell’80%.
[double_paragraph][first]
AREA GEOGRAFICA: Abruzzo
SETTORI DI ATTIVITÀ: Turismo
BENEFICIARI: PMI, Micro Impresa
SPESE FINANZIATE: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti, Innovazione Ricerca e Sviluppo
TIPO DI AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto
DOTAZIONE FINANZIARIA: € 5.000.000
SCADENZA: 45 giorni dalla pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo (prevista per metà dicembre 2013)
[/first][second]turismo [/second] [/double_paragraph]

I contributi potranno essere richiesti per la realizzazione di progetti di stampo diversi, tutti legati però al settore terziario. Questi dovranno fare necessariamente riferimento ai seguenti prodotti turistici quali mare, diportismo nautico e crocieristico, wellness e gold, fly and drive, pellegrinaggio religioso, didattica naturalistica, ecoturismo e vacanza attiva, montagna invernale ed estiva. Sono altresì previsti interventi per il turismo culturale, sportivo, congressuale ed etnico.

Nel dettaglio, potranno essere realizzati itinerari e visite guidate, attività per favorire l’accessibilità verso le destinazioni ed incrementare la mobilità turistica sostenibile a livello regionale e, infine, servizi di informazione e assistenza al turista per la fruizione del patrimonio naturalistico e culturale, anche di tipo tecnologico. Viene anche considerata la costruzione di parchi tematici culturali oppure parchi avventura o divertimento, aree pic-nic, punti sosta o aree per camper, oltre a percorsi attrezzati per l’escursionismo, l’ippoturismo, il birdwatching, il trekking, il ciclismo, lo sci di fondo o altro. Infine, viene suggerita tra le possibili aree d’intervento l’apertura e la fruizione organizzata di luoghi potenzialmente interessanti dal punto di vista turistico e la costituzione di laboratori di pratica e conoscenza del patrimonio materiale e immateriale della regione. In ogni caso, questo elenco non deve considerarsi esaustivo.

Per la presentazione delle domande bisognerà aspettare la metà di dicembre, qual il bando verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo. Da quel momento ci saranno 45 giorni utili per inviare le richieste di contributo.  Ulteriori informazioni sono disponibili sulla pagina dedicata all’iniziativa.