Invitalia: contributi per l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego

invitalia

InvItalia ha indetto un bando nazionale a sostegno delle piccole imprese giovanili per l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego. L’avviso prevede anche una dotazione finanziaria specifica per lo sviluppo delle imprese turistiche per favorire la fruizione culturale e naturalistica di luoghi d’interesse in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. In ogni caso la sede legale, amministrativa e operativa delle imprese dovrà essere localizzata in uno dei territori agevolati.

Le agevolazioni potranno essere utilizzate sia per avviare nuove aziende che per l’ampliamento di quelle già esistenti nei settori che riguardano la fruizione dei beni culturali, il turismo, la  manutenzione di opere civili e industriali, la tutela ambientale, l’innovazione tecnologica oppure l’agricoltura, la trasformazione e la commercializzazione di prodotti agroindustriali.

Potranno presentare la domanda di agevolazione le nuove società o cooperative costituite in maggioranza da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni alla data di ricevimento della domanda da parte di InvItalia e che abbiano la residenza nei territori agevolati Per quanto riguarda le imprese già avviate, queste dovranno essere attive da almeno tre anni alla data di ricevimento della domanda ed essere economicamente e finanziariamente sane.

Per quanto riguarda le agevolazioni per le spese di gestione, la società beneficiaria potrà chiedere un anticipo pari al 40% del contributo, dopo aver fornito la documentazione che attesti l’effettivo avvio delle attività progettuali. Per le agevolazioni per formazione e assistenza tecnica, invece, l’erogazione avverrà a seguito della rendicontazione dei documenti, a condizione che l’impresa abbia completato il programma di investimenti.

La riapertura dei termini per la presentazione delle domande è prevista per la richiesta di agevolazioni sull’autoimpiego per iniziative da realizzarsi in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.

La scadenza per l’invio delle richieste è fissata al 31 dicembre 2013, fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Per ulteriori informazioni sui bandi, è possibile consultare il sito di InvItalia visitando il seguente indirizzo web.