In Puglia contributi alle imprese per l’innovazione digitale

living-labs

Per favorire la crescita e lo sviluppo delle piccole e medie imprese, la Regione Puglia ha indetto il Bando Living Labs SmartPuglia 2020, stanziando circa 15 milioni di euro. Il progetto si inserisce nell’area di intervento previsto dalla Strategia regionale per la ricerca e l’innovazione per gli anni 2014-2020. L’obiettivo è quello di coinvolgere tutto il sistema regionale partendo dall’alto con le amministrazioni, le imprese e i centri di ricerca e arrivare a toccare i cittadini — in questo caso configurati come utenti finali.

L’area di applicazione è quella delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ITC) e dei servizi e contenuti digitali, basandosi sull’approccio Living Lab. Nello specifico, i progetti finanziabili dal bando potranno prevedere il partenariato tra i soggetti proponenti, ovvero le PMI pugliesi in grado di sviluppare soluzioni innovative digitali, e gli utenti finali e i laboratori di ricerca regionali, entrambi iscritti al Catalogo Partner. In questo modo si vuole puntare al potenziamento e al miglioramento dei prodotti e dei servizi offerti, elevando al contempo la competitività delle imprese coinvolte.

Il bando si rivolge principalmente alle piccole e medie imprese pugliesi, in forma singola o in forma associata, attive nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Possono partecipare tutte le PMI che sviluppano, producono o integrano software, dispositivi meccanici elettrici ed elettronici, hardware, sistemi di elaborazione, ricezione e trasmissione di informazioni, micro e nano sistemi, sensoristica. Allo stesso modo, possono fare domanda quelle che si occupano di contenuti e servizi digitali di tipo editoriale, cinematografico, musicale, televisivo o radiofonico. Sono ammessi anche gli organismi di ricerca.

Sono previsti diversi tipi di sovvenzione, a seconda di chi presenta la domanda. Per le piccole imprese, l’intensità di aiuto ammissibile è pari al 45% se presentano la domanda singolarmente, o al 60% se presentano un progetto con almeno altri tre soggetti. Per le medie imprese invece, nel primo caso si arriva fino al 35%, nel secondo la quota viene maggiorata del 15% e quindi potranno beneficiare di un aiuto pari al 50%. In ogni caso, il contributo massimo erogabile per progetti presentati da singole imprese è pari a 150 mila euro e 800 mila euro quando si tratta di una rete di imprese.

Le domande dovranno essere compilate e presentate online entro le ore 12 del 26 novembre 2013, seguendo la procedura telematica. Ulteriori informazioni, con tutti gli avvisi ufficiali, sono visionabili qui, sul sito regionale SistemaPuglia.it

– Chiara Di Giovannantonio –