Fus: contributi alle imprese che operano nel mondo dello spettacolo

spettacolo

Il Ministero dei Beni e delle Attività culturali (Mibac) ha pubblicato un nuovo bando relativo al Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS). L’obiettivo è quello di sostenere le attività riguardanti lo spettacolo e la promozione delle manifestazioni e delle iniziative di rilevanza nazionale. Possono inviare richiesta di contributo tutti gli enti, le associazioni, le organizzazioni, le imprese e le istituzioni operanti nei settori della musica, del teatro, della danza, dei circhi e dello spettacolo viaggiante.

Nell’ambito della musica, l’iniziativa vuole sostenere i teatri tradizionali, le istituzioni concertistico-orchestrali, le attività di lirica ordinaria e quelle concertistiche e corali, i festival e le rassegne, i concorsi di composizione ed esecuzione musicale e di perfezionamento professionale, l’attività promozionale della musica, i complessi bandistici, le formazioni strumentali giovanili e le attività musicali all’estero.

Per quanto riguarda il teatro, il supporto va agli organismi di distribuzione, promozione, e formazione del pubblico, agli esercizi teatrali, alla promozione teatrale, al perfezionamento professionale e agli artisti di strada, alle attività teatrali all’estero, alle imprese di produzione, ai teatri stabili ad iniziativa pubblica, privata e d’innovazione e al teatro di figura.

Per il settore danza, sono supportati gli organismi di distribuzione, promozione e formazione del pubblico, gli esercizi teatrali, le compagnie di danza, le rassegne e i festival, le attività di danza all’estero e la promozione della danza in generale e il perfezionamento professionale.

Infine, per quanto concerne circhi e spettacolo viaggiante, il sostegno è dato all’attività circense in Italia e all’estero, alla strutturazione di aree attrezzate, ai danni conseguiti ad un evento fortuito o ad accertate difficoltà di gestione, all’acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature e beni strumentali e ad iniziative promozionali, assistenziali ed educative.

La consegna delle domande dovrà essere effettuata entro il 31 gennaio 2014 mediante procedura telematica. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito web dedicato all’iniziativa.