Europa: progetti per la protezione civile e l’inquinamento marino

129045513-3211853_0x410

Il nuovo bando europeo mira a selezionare progetti che supportano ed integrano gli sforzi degli Stati partecipanti e dei paesi terzi ammissibili in prevenzione e preparazione in materia di protezione civile e dell’inquinamento marino, concentrandosi su settori in cui un approccio comune europeo è più appropriato. Possono partecipare le organizzazioni internazionali e gli enti pubblici e privati con personalità giuridica provenienti da uno dei paesi UE. La dotazione complessiva è di € 4.600.000.

Il bando raccoglierà due tipologie: progetti di prevenzione mirati a sostenere e integrare gli sforzi degli Stati partecipanti e dei Paesi terzi ammissibili alle azioni volte a raggiungere un livello più elevato di protezione e la resistenza contro i disastri prevenendo o riducendo gli effetti; progetti di preparazione volti a creare presupposti migliori per migliorare e preparare, così come incrementare la consapevolezza della protezione civile e/o professionisti di inquinamento marino e i volontari nel campo della prevenzione delle calamità.

I progetti saranno finanziati da due voci di bilancio, una interna e l’altra esterna. I fondi provenienti dal bilancio interno possono essere assegnati a progetti i cui beneficiari principali sono gli stati partecipanti, mentre i fondi provenienti dal bilancio esterno possono essere assegnati a progetti che riguardano le esigenze nei paesi europei di vicinato e dei paesi candidati all’UE e potenziali candidati che non partecipano al meccanismo. Il contributo massimo concedibile è nella misura massima del 75% e di un importo non superiore a € 500.000.

Le domande devono essere inviate tramite posta o consegna a mano, entro il 30 maggio 2014.