Emilia Romagna: contributi alle imprese per la ricostruzione

La Regione Emilia Romagna eroga contributi finalizzati a favorire il recupero e la rivitalizzazione dei centri storici gravemente danneggiati dal terremoto del 20 e 29 maggio 2012. Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di costruzione e loro consorzi, comprese anche le cooperative di produzione lavoro e loro Consorzi, iscritte alla CCIAA territorialmente competente. Le unità immobiliari ubicate nei centri storici e danneggiate dal sisma del maggio 2012 che i proprietari non intendono recuperare, possono essere acquistate dai soggetti beneficiari e successivamente recuperate per destinarle ad uso abitativo, produttivo o per servizi.

Le imprese colpite dal terremoto possono richiedere i contributi relativi a riparazione, ripristino, miglioramento sismico e ricostruzione di immobili ad uso produttivo distrutti o danneggiati, per la riparazione e l’acquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte distrutte o danneggiate, per la delocalizzazione. L’aiuto finanziario è concesso sotto forma di contributo in conto capitale, calcolato nella misura del 100% del costo ammissibile, nel caso in cui il vincolo di destinazione alla locazione non sia inferiore a 15 anni, dell’85% nel caso in cui il vincolo di destinazione alla locazione non sia inferiore a 12 anni, del 75% nel caso di locazione per almeno 8 anni con patto di futura vendita (proprietà differita) e del 50% nel caso di abitazioni destinate a residenza temporanea, per studenti, per anziani o per altre categorie sociali, locate per almeno 8 anni.

Il contributo per la realizzazione degli interventi relativi alle unità immobiliari a destinazione produttiva o per servizi è calcolato nella stessa misura percentuale attribuita alle abitazioni che compongono l’edificio, anche nel caso di diversa durata della locazione o di vendita. Ci saranno 60 giorni di tempo per concedere il contributo. Tutti gli interventi previsti dall’ordinanza devono essere conclusi entro il 31 dicembre 2015Le imprese interessate possono inviare la domanda di contributo entro il 31 dicembre 2014. Per maggiori informazioni, potete cliccare sul seguente link.