Emilia Romagna: contributi ai soggetti del commercio equo e solidale

La Regione Emilia Romagna concede contributi, in regime de minimis, nella misura massima del 100% delle spese ammissibili, agli enti e alle organizzazioni del commercio equo e solidale riconosciuti dalla regione Emilia Romagna finalizzati alla realizzazione delle giornate del commercio equo e solidale quale momento di incontro tra la comunità emiliano-romagnola e la realtà del commercio equo e solidale. Possono partecipare i soggetti del commercio equo e solidale individuati dalla Regione Emilia-Romagna antecedentemente la data di presentazione della domanda, che operano in forma stabile sul territorio regionale.

Sono finanziabili le attività di promozione di iniziative divulgative e sensibilizzazione mirate a diffondere la realtà del commercio equo e solidale e ad accrescere nei consumatori la consapevolezza degli effetti delle proprie scelte di consumo, in particolare delle ricadute sociali ed ambientali derivanti dalla produzione e commercializzazione del prodotto. Sono altresì finanziabili le attività di promozione di specifiche azioni educative nelle scuole, finalizzate a conoscere le problematiche connesse alle implicazioni delle scelte di consumo, di iniziative di formazione per gli operatori ed i volontari delle organizzazioni del commercio equo e solidale, di un portale regionale per il commercio equo e solidale, in cui inserire informazioni in materia.

Sono ammissibili i progetti la cui realizzazione abbiano avuto inizio a partire dalla data dell’atto di concessione dei contributi e completati entro 12 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di concessione del contributo. I progetti presentati da singoli soggetti saranno esclusi. Ciascun soggetto può partecipare ad un solo progetto. Le domande di contributo devono essere inviate alla Regione Emilia Romagna entro e non oltre 1° luglio 2014, esclusivamente mediante posta elettronica certificata(PEC) all’indirizzo comtur@postacert.regione.emiliaromagna. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il bando ufficiale.