Dalla regione Umbria contributi per le imprese con attività commerciali

La Regione Umbria mette a disposizione € 1.032.490 sotto forma di contributi per le imprese commerciali, per favorire azioni dirette che possano rivitalizzare e riqualificare il sistema distributivo umbro con l’incremento e l’ammodernamento delle attività commerciali. In particolar modo, l’interesse dell’iniziativa è rivolto ai centri storici della regione, anche con la messa in atto di politiche di investimento, promozione e sviluppo promosse da imprese singole o in forma aggregata o, ancora, da centri commerciali naturali.  Tutte le micro, piccole e medie imprese che esercitano attività commerciale possono fare richiesta di contributo, purché abbiano sede operativa in Umbria.

[double_paragraph][first]
AREA GEOGRAFICA: Umbria
SETTORI DI ATTIVITÀ: Commercio
BENEFICIARI: PMI
SPESE FINANZIATE: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti, Consulenze/Servizi
TIPO DI AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto
DOTAZIONE FINANZIARIA: € 1.032.490
SCADENZA: 31/01/2014
[/first][second]commercio [/second] [/double_paragraph]

 

Le imprese, che potranno partecipare da sole o in forma associativa, per essere ammesse, devono avere un’attività di commercio al dettaglio in sede fissa oppure di somministrazione di alimenti e bevande. In quest’ultimo caso, l’attività si dovrà dotare di connessione Wi-fi gratuita e occuparsi anche della preparazione di piatti tipici della tradizione culinaria umbria e ricevere gli approvvigionamenti da fornitori qualificati di provenienza locale. L‘elenco di prodotti tipici regionali può essere visionato sul sito ufficiale della Regione. Possono presentare domanda anche le attività commerciali di distribuzione carburanti, le rivendite di generi di monopolio come le tabaccherie, le imprese che esercitano attività di commercio ambulanti e le edicole.

Le voci di spesa potranno riguardare l’ampliamento la trasformazione e la ristrutturazione di immobili, l’installazione o il potenziamento dei sistemi di sicurezza, l’acquisto di beni mobili strumentali all’attività. Saranno considerate anche le spese relative al conseguimento di marchi di qualità o alla predisposizione di servizi e iniziative comuni. Rientrano nell’iniziativa anche quelle riguardanti informatizzazione e l’acquisizione di altre innovazione tecnologiche connesse all’attività commerciale, come tutti gli altri interventi  innovativi volti alla riconversione aziendale o gestionale.

Il tipo di sovvenzione consiste in contributi a fondo perduto che verranno erogati in conto capitale con il limite massimo stabilito al 60% dell’investimento ammesso. Saranno valutate le spese effettuate dopo il 27 novembre 2013 e, in ogni caso, la cifra per ciascun investimento non dovrà essere inferiore ai 1000 euro. La scadenza  per la presentazione dei progetti è fissata al 31 gennaio 2014. Le richieste vanno inviate anche tramite posta elettronica certificata al Servizio regionale del Commercio, che disporrà di trenta giorni per esaminare le domande e approvare la graduatoria di quelle ammissibili.

Potete trovare ulteriori informazioni e la documentazione scaricabile on line sul sito della Regione Umbria, alla seguente pagina.

Chiara Di Giovannantonio