competitività aziendale

Competitività aziendale cos’è e come migliorarla

Sia in un contesto economico ‘normale’ che in uno di crisi come quello attuale, la competitività aziendale è un settore strategico molto importante e che coinvolge tutte le società e le aziende, da quelle più piccole a quelle più grandi. Ecco cosa c’è da sapere.

Che cos’è la competitività aziendale

La competitività tra le aziende è da sempre, in un’ottica di mercato, un elemento imprescindibile per mantenere determinati standard, anche e soprattutto qualitativi nei confronti di clienti e consumatori. La competitività aziendale è dunque quella capacità di ogni azienda di fornire beni o servizi rimanendo nel mercato e resistendo alla concorrenza.

I piani d’azione e la concorrenza

Ogni azienda deve quindi confrontarsi con altre simili che operano nello stesso settore e, spesso, anche nello stesso territorio. Se, come in un tempo di crisi come l’attuale molto spesso capita, la concorrenza può portare ad un drastico abbassamento della qualità (focalizzandosi solamente sulla riduzione del prezzo finale) è altrettanto vero che essa può essere provvidenziale per permettere alle aziende sane di emergere e di rinnovare i propri piani d’azione e migliorare la propria competitività aziendale.

In questo senso anche una crisi può rivelarsi utile perché in grado di concentrarsi sull’essenziale e ‘costringere’ a rimettere in discussione tutto il ciclo operativo avendo la cura di mantenere alta la qualità della propria attività, mantenendo prezzi bassi per i clienti, ma operando per ridurre i costi che ogni azienda deve sostenere.

I clienti

Uno dei primi punti su cui bisogna lavorare per migliorare la competitività aziendale è quello di superare un determinato concetto di relazione tra azienda e cliente. A differenza di quanto è successo per anni – anche qui dimostrando come la crisi possa avere effetti benefici se affrontata con serietà e intelligenza – il cliente non va visto come un nemico da vincere conquistando il suo per l’acquisto di qualche bene o servizio, ma come qualcuno cui offrire ciò che di buono, e meglio di altri, si riesce a fare. Anche perché, magari in maniera superficiale, ma non troppo – ogni azienda è inserita in un meccanismo che da una parte la vede come produttrice, ma dall’altra è cliente di altri che le forniscono beni e servizi necessari per svolgere il proprio lavoro.

Come migliorare la competitività aziendale

Per migliorare la competitività aziendale della propria attività bisogna analizzare il proprio lavoro ed elaborare delle strategie. Le opportunità sono tante, anche quelle figlie delle nuove tecnologie (cloud, social network, web, app mobile, eccetera), ma tutte vanno analizzate e applicate al proprio settore. Non esiste una formula magica da applicare, ma esiste un lavoro da fare, un’analisi da svolgere e un cambiamento da mettere in atto. Se le difficoltà sono tante, tante sono anche le opportunità che si possono percorrere e individuare. Anche perché non ci sono alternative e, come ha detto qualcuno, “Accendere un fiammifero vale infinitamente di più che maledire l’oscurità”.