“Che Fare”, un premio per le imprese nel campo del sociale

chefare2013

L’associazione culturale milanese Doppiozero ha pubblicato il bando del concorso “Che fare” finalizzato a raccogliere e sostenere progetti innovativi dal punto di vista culturale che abbiano un forte impatto sociale. A favore dell’iniziativa sono stati stanziati 100 mila euro, che saranno destinati sotto forma di contributo al progetto vincitore. Il premio vuole inoltre favorire lo sviluppo di un ecosistema comunicativo tra i diversi enti partecipanti, con la creazione – mediante il dibattito – di un network nazionale che abbia come oggetto l’impresa sociale.

I destinatari del bando sono tutte le attività che operano nell’ambito del profit e del low o no-profit, come le associazioni di promozione sociale, i comitati, le società cooperative o consortili, le organizzazioni di volontariato o non governative, le Onlus, le società sportive dilettantistiche, le imprese sociali, le fondazioni e le società di persone o di capitali. Sono diverse le aree a cui potranno fare riferimento per la partecipazione al concorso. In generale tutti i campi della cultura umanistica comunemente intesa potranno essere presi come oggetto del concorso. Dalle arti alla sociologia, passando per l’editoria e la filosofia, il campo d’azione è davvero vasto.

I progetti, per essere considerati ammissibili, dovranno essere finalizzati in tutto o in parte alla promozione del’attività economica e contrattuale dei lavoratori impiegati e della coesione sociale dei territori e delle comunità di riferimento. Potranno avere come fine la ricerca di forme innovative di fruizione, distribuzione, produzione e progettazione della cultura. Dovranno favorire l’accesso alla conoscenza, facilitando la fruibilità dei prodotti culturali da parte della collettività tutta. La cultura dovrà essere inquadrata come un bene comune attraverso appropriate strategie di produzione. Altro requisito è la capacità di attivare e incrementare le relazioni e le interazioni con terzi tramite la costruzione di network locali e online. Inoltre, dovranno avere la capacità di coinvolgere i destinatari nelle proprie attività attraverso la comunicazione. Infine, dovranno essere economicamente sostenibili, scalabili e riproducibili.

Le domande devono essere compilate tramite il form online e presentate entro il 9 dicembre 2013 con tutta la documentazione richiesta. Il bando completo può essere consultato sul sito ufficiale dedicato al premio, al seguente indirizzo.