Contributo a fondo perduto per la ristrutturazione degli impianti sportivi del Lazio

Lo sport può essere una grande risorsa, sia a livello educativo, ma anche come investimento, pubblico e privato, trattandosi di un settore che, seppur molto variegato, attrae sempre molti interessi, anche tra i più giovani.

Uno dei problemi però più diffuso, in maniera piuttosto diffusa su tutto il territorio nazionale, è la condizione degli impianti sportivi, spesso fatiscenti o, nella migliore delle ipotesi, i cui ultimi lavori di manutenzione sono fermi a qualche anno o addirittura decennio fa, con tutto quel che ne consegue in termini propriamente sportivi, ma soprattutto di sicurezza.

Con la pubblicazione dell’avviso pubblico SPORT IN/E MOVIMENTO è stato stanziato un contributo a fondo perduto fino al 100% per gli interventi di ristrutturazione degli impianti sportivi.

Area Geografica: Lazio

Scadenza: 06/01/2018

Beneficiari: Onlus/Associazioni/Consorzi, Ente pubblico

Settore: Servizi/No Profit, Pubblico

Spese finanziate: Consulenze/Servizi, Opere edili e impianti

Agevolazioni: Contributo a fondo perduto

Dotazione Finanziaria: 6.500.000€

Descrizione del bando

Il presente bando, rivolto agli enti pubblici e alle rispettive articolazioni amministrative, mette a disposizione un contributo a fondo perduto fino al 100%, per una dotazione finanziaria di 6.500.000€, per la ristrutturazione degli impianti sportivi siti su tutto il territorio nazionale.

Chi può beneficiare del contributo

Possono presentare richiesta per ottenere il contributo per la ristrutturazione degli impianti sportivi i gestori e i proprietari dei seguenti enti e istituti senza scopo di lucro:

  • enti locali e le loro articolazioni amministrative;
  • enti ecclesiastici civilmente riconosciuti (oratori);
  • istituti penitenziari;
  • associazioni dilettantistiche sportive.

Spese ammissibili

Sono concessi i contributi in conto capitale per gli interventi di ristrutturazione degli impianti sportivi già esistenti e appartenenti a queste tipologie:

  • riqualificazione;
  • riconversione;
  • ammodernamento;
  • completamento impianti in disuso;
  • adeguamento tecnologico;
  • contenimento consumi energetici;
  • adeguamento alla normativa sulla sicurezza;
  • messa in sicurezza dell’impianto;
  • abbattimento delle barriere architettoniche.

Forma ed entità dell’agevolazione

Il contributo regionale per la ristrutturazione degli impianti sportivi attribuibile ad ogni beneficiario è fino all’80% dell’importo complessivo del singolo progetto ammesso, come contributo fino a un tetto massimo di 50.000.00€. Per i comuni con una popolazione inferiore ai cinquemila abitanti, per i finanziamenti fino a 100.000.00€ non è prevista alcuna quota di compartecipazione.

Premio Fidapa per l’imprenditoria femminile

news11554img1

La sezione di Pescara dell’associazione Fidapa Bpw Italy  ha annunciato l’avvio di un nuovo progetto mirato allo sviluppo dell’imprenditoria femminile start up.  L’obiettivo è quello di stimolare una crescita dell’imprenditoria femminile, fornendo supporto a chi intende aprire una nuova attività, anche quando si trovi in una condizione di svantaggio – per propria formazione o esperienza professionale – nella creazione e nell’avvio di un percorso imprenditoriale. Possono partecipare al bando tutte le donne di Abruzzo, Molise, Basilicata e Puglia dall’età compresa tra 20 e 40 anni.

Le concorrenti dovranno realizzare progetti d’impresa che si occupino di sviluppo, produzione e commercializzazione di un bene o di un servizio basato sulla valorizzazione economica dei risultati della ricerca e con un forte tasso d’innovazione. Fidapa costituirà, assieme ad altri enti, una piattaforma per la realizzazione di corsi di formazione in materia di costruzione di società di durata mensile al termine delle quali le partecipanti potranno individuare le potenzialità necessarie per l’elaborazione del progetto.

L’associazione, con la consulenza di imprenditori e docenti universitari, individuerà sette progetti vincenti, ai quali spetterà un premio in denaro di € 7.000. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate per mezzo raccomandata entro il 20 marzo 2014 alla sede della FIDAPA – sez. di Pescara – c/o Hotel Carlton, viale della Riviera n.35 – Pescara. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito web ufficiale della FIDAPA www.fidapa.com nella sezione Comunicazione/circolare 1, biennio 2013-2015.