Basilicata: incentivi alle imprese agricole per la gestione attiva delle risorse naturali

La regione Basilicata ha pubblicato un bando per la concessione di contributi finalizzati a sviluppare una gestione attiva delle risorse naturali, coniugando la gestione agricola a quella faunistica. L’obiettivo ultimo è quello di migliorare la fruizione pubblica delle zone inserite nella Rete Natura 2000, e non solo, realizzando investimenti non produttivi. Le risorse finanziarie per il progetto ammontano a € 1.500.000. Possono beneficiare delle agevolazioni gli imprenditori agricoli, singoli ed associati, regolarmente iscritti al registro delle imprese agricole presso la Camera di Commercio, in legittimo possesso dei terreni dove vengono realizzati gli investimenti previsti

Le iniziative proposte devono prevedere interventi volti alla “realizzazione di strutture per la gestione della fauna selvatica finalizzate a garantire la coesistenza con le attività produttive agro-forestali”. Le spese ammissibili comprendono la realizzazione e ristrutturazione di sentieri, punti di sosta e piazzole per escursioni naturalistiche, la realizzazione di cartellonistica, la realizzazione di strutture per la gestione della fauna selvatica finalizzate a garantire la coesistenza con le attività produttive agro-forestali, le spese generali e le spese per garanzie fideiussorie e per conto dedicato se in via esclusiva. Gli investimenti dovranno essere realizzati entro e non oltre 8 mesi dalla data del provvedimento di concessione del contributo.

Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda di aiuto. Fanno eccezione le spese propedeutiche alla presentazione della domanda, solo se effettuate entro i 12 mesi precedenti alla data di presentazione. L’aiuto finanziario è concesso sotto forma di contributo in conto capitale il cui importo varia dal 70 all’80% delle spese ammesse in funzione della zona in cui viene realizzato l’investimento, fino ad un massimo di 60.000 euro. Le imprese interessate possono inviare la domanda di contributo entro il 16 giugno 2014. Per maggiori informazioni, potete cliccare sul seguente link e leggere i relativi bandi e la modulistica specifica.