partecipazione femminile

Bando a fondo perduto del 30% per le imprese del Veneto a prevalentemente partecipazione femminile

La partecipazione femminile nelle imprese è da decenni in crescita, grazie a diverse politiche che ne hanno valorizzato la presenza. È stato pubblicato il bando per l’anno corrente, con scadenza il 16/11/2017 prossimo, che destina un contributo a fondo perduto del 30%, con una dotazione finanziaria di 3.000.000€ per arricchire e rafforzare il tessuto imprenditoriale della Regione Veneto per tutte quelle aziende che credono nella presenza delle donne e che sono, quindi, a prevalente partecipazione femminile.

Area Geografica: Veneto
Scadenza: 16/11/2017
Beneficiari: PMI, Micro Impresa
Settore: Industria, Servizi, No Profit, Artigianato, Commercio
Spese finanziate: Innovazione, Ricerca, Sviluppo, Servizi, Consulenze, Avvio attività, Opere edili e impianti, Attrezzature e macchinari
Agevolazioni: Contributo a fondo perduto
Dotazione Finanziaria: 3.000.000€

Descrizione del bando

Il bando ha l’obiettivo di sostenere le piccole e medie imprese della Regione Veneto che sono a prevalente partecipazione femminile, erogando contributi per rafforzare questa presenza rosa nella rete imprenditoriale veneta. I contributi sono destinati a promuovere le piccole e medie imprese che operano nel settore dell’innovazione, della ricerca, dello sviluppo, dei servizi, delle consulenze, per l’avvio di attività, per la realizzazione di opere edili e impianti e per l’acquisto di attrezzature e macchinari

Chi può beneficiare del contributo

Possono accedere a questo bando tutte le micro, piccole e medie imprese che operano nei settori suddetti, che siano iscritte regolarmente come ‘Attività’ nel Registro delle imprese, avere la sede operativa nella Regione Veneto e che rientrano in una delle tipologie seguenti:

  • imprese individuali di cui sono titolari donne residenti nel Veneto da almeno due anni;
  • società anche di tipo cooperativo i cui soci e organi di amministrazione sono costituiti per almeno due terzi da donne residenti nel Veneto da almeno due anni e nelle quali il capitale sociale è per almeno il cinquantuno per cento di proprietà di donne.

Questi requisiti devono:

  • sussistere al momento della costituzione dell’impresa, se si tratta di nuova impresa;
  • sussistere da almeno sei mesi prima della data di apertura dei termini per la presentazione della domanda, se si tratta di impresa già esistente;
  • permanere dopo la presentazione della domanda sino al termine di tre anni successivi alla data del decreto di erogazione del contributo, pena la decadenza dal diritto al contributo concesso con conseguente revoca totale dello stesso.

Interventi ammessi

La partecipazione femminile delle micro, piccole e medie imprese valorizzata da questo bando prevede l’erogazione di contributi per interventi per la creazione e la promozione di imprese che puntino sull’innovazione imprenditoriale femminile. Nello specifico sono ammessi investimenti con un importo non inferiore ai 20.000€ e che rientrino in una delle seguenti categorie:

  • macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature ed arredi nuovi di fabbrica;
  • spese di progettazione, direzione lavori e collaudo connesse alle opere edili/murarie;
  • mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, a esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture;
  • opere edili/murarie e di impiantistica;
  • programmi informatici.

Forma ed entità dell’agevolazione

L’agevolazione prevista da questo bando per la promozione delle imprese a prevalente partecipazione femminile è prevista come contributo a fondo perduto per il 30% delle spese ammissibili, nel limite massimo di 45.000€ corrispondenti ad una spesa rendicontata ammissibile che sia pari o superiore a 150.000€ e nel limite minimo di 6.000€ corrispondenti ad una spesa rendicontata ammissibile di 20.000€.