Puglia: al via l’iniziativa “Giovani Innovatori in azienda”

Giovani Innovatori in azienda” è un’iniziativa sperimentale realizzata dalla Regione Puglia e l’ARTI, nell’ambito del progetto Innovazione per l’Occupabilità e del piano d’azione Bollenti spiriti 2014-2015.  Possono presentare un progetto di innovazione i giovani residenti in Puglia con età compresa tra i 18 e i 35 anni all’atto di presentazione della candidatura mentre possono ospitarlo le piccole e medie imprese con almeno una sede operativa localizzata in Puglia. L’iniziativa vuole promuovere l’incontro tra imprese operanti sul territorio regionale e giovani pugliesi che propongono progetti nell’ambito dell’innovazione e dell’internazionalizzazione.

Per quanto riguarda il primo settore, si farà riferimento ad ogni innovazione di prodotto/servizio, nei processi produttivi interni, organizzativi, amministrativi e di business dell’azienda, nei canali di distribuzione e vendita dei prodotti e servizi, o, ancora, digitalizzazione dei processi, gestione informatica del know-how e strategie web. Per quanto riguarda l’internalizzazione, saranno accettati progetti per la promozione nei mercati esteri dei prodotti e servizi dell’azienda, elaborazione di strategie per favorire l’ingresso dell’impresa nei mercati esteri, individuazione ed implementazione di nuovi canali per la distribuzione e vendita dei prodotti e servizi all’estero.

ARTI Puglia si occuperà di selezionare le proposte progettuali secondo requisiti di qualità e di favorire l’incontro tra le parti.  I giovani possono proporre il proprio progetto di innovazione compilando l’apposito formulario online a partire dal 15 settembre 2014 e fino al 15 ottobre 2014. L’impresa può inviare una manifestazione di interesse a realizzare uno specifico progetto di innovazione, compilando un apposito formulario online entro il 14 novembre 2014. Tale formulario sarà disponibile a partire dal 15 settembre 2014. L’impresa può richiedere, altresì, il supporto di ARTI per la consultazione dell’elenco dei progetti pubblicati, per identificare i propri bisogni di innovazione o per ricevere ulteriori informazioni su un determinato progetto.

Per ulteriori informazioni, è possibile scaricare l’avviso completo.

Matera: arriva il bando “Reti di Imprese”

La Camera di Commercio di Matera ha pubblicato il bando “Reti di Imprese’’ dei Distretti lucani al fine di sperimentare un’innovativa modalità di sostegno alle imprese, tenendo conto degli scenari economici all’interno dei quali le imprese sono oggi chiamate a confrontarsi, con l’obiettivo di favorire l’abbandono di logiche individualistiche e attivare nuovi modelli imprenditoriali condivisi. L’iniziativa vuole incentivare la creazione di nuove aggregazioni di imprese, costituite in Contratto di Rete nonché il consolidamento, lo sviluppo e la stabilizzazione delle reti esistenti, principalmente tra aziende localizzate entro i confini territoriali dei Distretti e dei Sistemi Produttivi locali, anche con la finalità di sviluppare percorsi di internazionalizzazione.

soggetti beneficiari sono le imprese della rete costituite o costituende, con sede legale e/o unità locale nei territori compresi entro i confini che delimitano i Distretti o i Sistemi produttivi locali, attive e regolarmente iscritte al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio competente per territori, in regola con gli obblighi previdenziali e fiscali, con il pagamento del diritto annuale Camerale e con le disposizioni del regolamento “de minimis”, operanti nel rispetto delle vigenti norme in materia di lavoro e prevenzione degli infortuni e non sottoposte a procedure di liquidazione, fallimento, amministrazione controllata o altra procedura concorsuale.

L’agevolazione prevista consiste in un contributo a fondo perduto con una dotazione finanziaria disponibile di 300.000 euro. Il contributo massimo erogabile, corrispondente al 50% delle spese ammissibili, non potrà essere superiore a € 50.00 per ogni aggregazione di imprese in forma di Contratto di Rete, sottoscritto o da sottoscrivere. La domanda deve pervenire a mezzo corriere autorizzato, spedizione postale o consegnata a mano presso gli Uffici della Camera di Commercio di Potenza, entro e non oltre le ore 12 del 15 ottobre 2014. Per ulteriori informazioni e per scaricare la modulistica allegata, è possibile consultare il bando ufficiale.

Molise: incentivi per la creazione di nuova impresa

La Regione Molise ha pubblicato un avviso pubblico nell’ambito dell’intervento Pacchetto ”Giovani – Bonus per l’occupazione – Giovani in impresa” riferito all’Azione 1 “Giovani al Lavoro IV Annualità” finanziata a valere sulle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2000-2006. Possono beneficiare degli incentivi per la creazione di una nuova impresa i disoccupati residenti in Molise di età compresa tra i 18 e i 35 anni (non aver compiuto il 36 anno d’età). Non possono accedere ai contributi i titolari di partita IVA, gli imprenditori o i familiari (nel caso in cui si è già componente di imprese familiari) e coadiutori di imprenditori e gli amministratori di società di capitali o di società di persone.

Le voci di spesa ammissibili sono quelle riconducibili a ristrutturazione, ampliamento, adeguamento o miglioramento dei locali adibiti all’attività prevista dal progetto d’impresa, acquisto di macchinari, impianti e attrezzature ad esclusione degli autoveicoli, acquisto di mobili, arredi, macchine d’ufficio e hardware, acquisto di brevetti e licenze d’uso e software specifici, spese per la definizione del progetto d’impresa, consulenza fiscale, legale contabile e amministrativa connessa alla creazione d’impresa, spese di costituzione dell’impresa, accensione della garanzia fideiussoria e altre spese di start-up. Le spese saranno riconosciute solo se sostenute nell’arco dei 12 mesi successivi alla data di inizio dell’attività.d

Le risorse stanziate ammontano a 3.000.000 euro a valere sulle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2000-2006.  Gli aiuti verranno concessi secondo la regola del regime “de minimis”. L’ammontare massimo del contributo, indipendentemente dal numero dei soci, non potrà essere superiore alle riserve finanziarie assegnate al PIT-PISU-PAI di appartenenza. Per richiedere il contributo occorre inviare un dossier di candidatura entro il 06 ottobre 2014 a mezzo raccomandata al seguente indirizzo: Regione Molise Direzione Generale della Giunta – Area Terza –  Servizio Assistenza Socio-sanitaria e Politiche Sociali – protocollo unico – Via Genova, – 86100 Campobasso. Per ulteriori informazioni, è possibile leggere il bando completo.

Reggio Emilia: bando “Fare Impresa”

La Camera di Commercio di Reggio Emilia promuove il bando “Fare Impresa” a favore della nuova imprenditoria. L’iniziativa ha come obiettivo la promozione di iniziative volte a favorire lo sviluppo economico locale, l’autoimpiego e la creazione di nuove attività, accompagnando i neo-imprenditori nel processo e nell’acquisizione di strumenti per realizzare la propria idea. L’iniziativa ha come obiettivo la creazione di nuove imprese nella provincia di Reggio Emilia, permettendo ad aspiranti imprenditrici e imprenditori. Il percorso è rivolto a 20 aspiranti imprenditori con residenza o domicilio fiscale nella provincia ed una valida idea imprenditoriale.

I candidati selezionati potranno partecipare ad attività formative finalizzate ad agevolare il passaggio dall’idea-impresa alla sua concreta attuazione come da programma allegato e ricevere un servizio di accompagnamento personalizzato per l’avvio del proprio progetto imprenditoriale. Il bando prevede la riserva del 25% + 25% dei posti a favore dei progetti di imprese femminili e giovanili, nello specifico imprese individuali il cui titolare, la totalità o la maggioranza assoluta numerica e finanziaria di soci e amministratori abbiano un’età compresa tra i 18 e i 35 anni. I servizi offerti dalla Camera di Commercio prevedono una prima fase di accompagnamento per l’avvio di start-up e una secondo step di accompagnamento alla redazione di un business plan.

La prima parte prevede lo svolgimento in aula di 8 incontri tematici per l’accompagnamento degli aspiranti imprenditori alla formulazione di un piano d’impresa, di accesso e di utilizzo delle possibili agevolazioni, nonché alla successiva fase di start up con 3 sessioni di consulenza individuale per la redazione di un Business Plan ed è riservata agli aspiranti selezionati. Le domande di partecipazione possono essere presentate entro il 30 settembre per posta con raccomandata A/R  o per via telematica all’indirizzo cciaa@re.legalmail.camcom.it. La documentazione dovrà essere inviata tramite raccomandata o posta elettronica certificata. Per ulteriori informazioni, è possibile leggere il bando completo.