Marche: un progetto europeo per l’efficienza energetica delle pmi

Check-up gratuito e servizi per migliorare l’efficienza energetica delle imprese marchigiane, con risparmio sui costi e sostegno alla competitività. Sono alcune delle opportunità che Unioncamere Marche mette in campo con il progetto STEEEP (Support and training for an Excellent Energy Efficiency Performance”) approvato nell’ambito del programma comunitario “Intelligent Energy for Europe”, che si pone l’obiettivo di offrire alle micro, piccole e medie imprese una serie di strumenti per la valutazione e il miglioramento dell’efficienza energetica. All’iniziativa possono partecipare le pmi, con sede operativa nelle Marche, appartenenti alle categorie dell’industria, dei servizi e del commercio.

Le pmi che aderiscono al progetto non sono vincolate ad effettuare investimenti ma devono impegnarsi a confrontarsi con gli esperti di Unioncamere e fornire informazioni dettagliate per la definizione dei percorsi di efficientamento energetico più adeguati alla propria struttura. Il progetto, di durata triennale, prevede un partenariato europeo composto da 11 paesi sotto la guida di Eurochambres. Per l’Italia il partner è Unioncamere nazionale che coordina un gruppo di lavoro composto da 7 Unioni regionali, tra cui Unioncamere Marche. Il progetto prevede un primo coinvolgimento di 13 pmi con l’obiettivo di raggiungere un efficientamento energetico tra il 10 e il 15 per cento, attraverso la misurazione, la gestione, la pianificazione e il monitoraggio del consumo energetico.

Le imprese selezionate avranno la possibilità di usufruire di un check up energetico gratuito che permetterà di verificare la gestione energetica della propria impresa e definire le misure di efficientamento, di ricevere un supporto nell’implementazione delle misure di risparmio e partecipare gratuitamente ad iniziative formative in tema di efficienza energetica. Le domande di partecipazione saranno accolte fino ad esaurimento dei tredici posti disponibili. La richiesta potrà essere presentata inviando la scheda di partecipazione compilata all’indirizzo unimarche@tin.it entro il 3 settembre 2014. Per ulteriori informazioni, è possibile leggere l’avviso completo presente  sul sito www.unioncameremarche.it.

 

Calabria: bando per la selezione di idee innovative e il supporto allo startup di impresa

Unioncamere Calabria ha avviato il progetto “Laboratorio innovazione Micro e Piccole Imprese (MPI)”, al fine di incoraggiare la creazione di nuove iniziative imprenditoriali in settori economici strategici e supportare le startup calabresi, in particolare quelle innovative, per sostenere la crescita ed il progresso del tessuto produttivo ed economico locale. L’obiettivo del bando è di fornire sostegno a dieci idee innovative di impresa e a sette startup innovative incentivando al loro interno processi virtuosi di innovazione di prodotto, servizio o processo. In particolare, si vuole facilitare il trasferimento dell’innovazione tecnologica e organizzativa nelle imprese affinché possano introdurre innovazioni nei processi di produzione e nei modelli organizzativi.

Possono presentare domanda i candidati titolari delle idee innovative di impresa, che alla data di presentazione della domanda risultino residenti nella Regione Calabria e devono manifestare la volontà di avvio di una nuova attività nella Regione, e le startup candidate, che abbiano sede legale o operativa nella Regione Calabria, costituite da non più di 3 anni con la volontà manifesta di dare ulteriore sviluppo e consolidamento delle loro attività produttive o servizi. Ai titolari di idee innovative e alle startup innovative selezionate verranno forniti servizi di tutoraggio e sono previsti anche sette voucher del valore di € 3.000 come contributo destinato alla copertura delle spese relative all’avviamento, orientamento e formazione.

La selezione delle dieci Idee Innovative di Impresa e delle sette start up innovative avverrà, previa valutazione formale e di merito delle domande pervenute e dei successivi progetti presentati, da parte di un’apposita Commissione istituita da Unioncamere Calabria.  Le attività si svolgeranno nel periodo compreso tra settembre e novembre 2014, nella sede di Via Delle Nazioni, 24 a Lamezia Terme. Le candidature dovranno essere inviate entro il 5 settembre 2014, esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC), all’indirizzo promozione.unioncamerecalabria@legalmail.it. L’invio con modalità differenti da quelle previste determinerà automaticamente la non ammissibilità della richiesta. Per per avere maggiori informazioni, è possibile leggere il bando completo.

Europioneers: il concorso a premi per l’imprenditore europeo dell’anno

Europioneers 2014 è il concorso organizzato dalla Commissione Europea (in collaborazione con Startup Europe, Deloitte, HUB Institute e il Forum Europeo dei giovani innovatori) con l’obiettivo principale diindividuare le migliori iniziative imprenditoriali nel settore del web e promuovere il loro ruolo nella società europea. Possono partecipare al concorso tutte le start-up e imprese del web situate in uno dei paesi UE che forniscano prodotti o servizi innovativi e i cui fondatori siano almeno per il 50% cittadini o residenti permanenti in un paese dell’Unione.

Il concorso prevede l’assegnazione di quattro categorie di premi. La prima,  per l’imprenditore web europeo dell’anno, sarà rivolta gli imprenditori web che creano prodotti e servizi digitali utilizzando la rete come componente indispensabile. La seconda, per il giovane imprenditore web europeo dell’anno con il premio Gioventù, sarà riservata agli imprenditori del web under 30. La terza categoria, per l’imprenditore web con la crescita più veloce con il premio Gazzella, è riconoscimento per le imprese che vantano una crescita media annuale del 20% in tre anni in fatturato o dipendenti.

La quarta ed ultima categoria, per la giovane imprenditrice web europea dell’anno, prevede un  premio rivolto alle imprese con il 50% dei suoi fondatori di sesso femminile e dirette da una donna. L’agenda del corso prevede per il 31 agosto la scadenza per la presentazione delle domande, da effettuare attraverso il form online nel sito ufficiale. Il 24 settembre ci sarà annuncio dei cinque finalisti per ogni categoria di premio da parte dell’UE. Da quel giorno, fino al 24 ottobre sarà possibile effettuare la votazione pubblica, poi, il 4 novembre si terrà la cerimonia di premiazione al The Summit a Dublino.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito web ufficiale.

Caltanissetta: contributi per la creazione e il sostegno di nuove imprese

La Camera di Commercio di Caltanissettanell’ambito del progetto “Percorsi integrati per la creazione d’impresa”, che rientra fra le iniziative previste dall’Accordo di Programma tra il Ministero dello Sviluppo Economico e Union camere 2012, ha costituito un fondo al fine di sostenere l’auto-impiego e l’avvio di nuova imprenditorialitàPossono accedere al bando le nuove imprese che abbiano sede legale o operativa nella Provincia di Caltanissetta, iscritte per la prima volta al Registro delle Imprese in data non anteriore al 1 gennaio 2014 e non successiva al 15 settembre 2014.

Le spese finanziabili sono quelle sostenute per l’acquisto di beni strumentali, l’acquisto di software applicativo e gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali inerenti l’attività dell’impresa, le spese per la realizzazione e registrazione del sito internet, le spese per l’affiliazione a franchisor, le spese di deposito o di consulenza inerenti la domanda di registrazione del brevetto o del marchio. Per le nuove attività in forma di società di persone, società di capitali, cooperative è previsto un contributo a fondo perduto fino ad € 3.500 mentre scende a € 2.000 per le nuove attività in forma di ditta individuale.

La domanda di ammissione, debitamente compilata e firmata, corredata di tutti i documenti richiesti, dovrà essere inviata, tassativamente in formato pdf/A, alla Camera di Commercio di Caltanissetta, entro il 30 settembre 2014, esclusivamente tramite posta elettronica certificata nominativa, di cui l’azienda sia titolare, all’indirizzo PEC ufficio.promozione@cl.legalmail.camcom.it , indicando nell’oggetto del messaggio il proprio codice fiscale e la dicitura “Domanda per la concessione di contributi per il sostegno e la creazione di nuove imprese nella provincia di Caltanissetta”.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il bando completo.

Livorno: proroga fino al 30 settembre per partecipare a “Bellezza&Benessere”

La Camera di Commercio di Livorno organizza un evento a favore delle imprese operanti nel settore della bellezza e del benessere che si terrà presso l’Amedeo Modigliani Forum a Livorno nei giorni 1 e 2 novembre 2014. La manifestazione intende garantire la più ampia visibilità alle imprese operanti nel settore della bellezza e del benessere, affinché nel proprio stand ciascuna impresa partecipante possa mostrare la gamma di servizi ed attività offerti. Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese, comprese le scuole di formazione professionale, operanti nel settore della bellezza e del benessere che abbiano sede legale o un’unità locale operativa nella provincia di Livorno.

Le imprese, nello stand o in apposite aree riservate, oltre alla propria attività, potranno tenere lezioni o dimostrazioni del proprio lavoro partecipando a gare di acconciatura, truccando e acconciando le ragazze per una eventuale passerella o sfilata, eseguendo massaggi e  dimostrazioni ed esercitazioni di tecniche e discipline olistiche e fitness. Sono ammesse a partecipare all’evento un numero massimo di imprese pari a 100, inoltre la Camera si riserva di non dar luogo all’iniziativa nel caso in cui il numero di imprese aderenti all’iniziativa sia inferiore a 30. Le imprese dovranno garantire la presenza presso il proprio stand con orario dalle 11 alle 20.

La quota di partecipazione a carico di ciascuna impresa ammessa sarà pari ad € 100 più Iva e si riferisce al noleggio di uno stand di 12 mq in legno ignifugo, dotato di impianto elettrico da 1,5 Kw con un tavolo e una sedia. Nel caso di noleggio di uno stand di 24 mq, la quota di partecipazione ammonterà a € 300 più Iva mentre per uno stand di 36 mq salirà a € 700 più Iva.  Il bando scade il 30 settembre 2014. Per semplificare le modalità di presentazione della domanda,  è ammessa anche la consegna a mano della domanda di partecipazione all’Ufficio Servizi di Promozione e Sviluppo economico, secondo gli orari di apertura dell’Ente camerale. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il bando completo al seguente indirizzo.

Italia Restarts: finanziamenti alle startup

Il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Ice, Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, hanno lanciato l’iniziativa Italia Restarts, l’evento nazionale in favore dell’internazionalizzazione delle startup volto ad attrarre investitori stranieri e a presentare gli ecosistemi locali in cui le startup si sviluppano. Con il convegno si intende presentare ai venture capitalist, provenienti anche da Paesi non convenzionali, un’Italia in ripresa proprio grazie alle startup, soprattutto quelle che operano nei settori innovativi, focalizzando l’attenzione sulle startup che hanno superato le fasi seed and early.

L’obiettivo finale è quello di portare a fare network non solo investitori e startup ma anche Istituzioni pubbliche e private italiane legate alle startup. Le startup intenzionate a partecipare hanno tempo fino al 15 settembre per inviare il formulario di adesione. Come requisito viene richiesto alle startup di non essere attive da più di 6 anni, di aver già beneficiato di finanziamenti da parte di soggetti non facenti parte della compagine originale aziendale e di avere piani di sviluppo che richiedano finanziamenti di almeno 800.000 euro. I dettagli dell’iniziativa saranno comunicati in seguito alle aziende selezionate. 

Una commissione valuterà la concretezza, la solidità e la fattibilità delle proposte, per poi selezionare le migliori startup permettendo loro di partecipare alla sessione B2B del 9 e 10 dicembre prossimi. Le startup interessate, ad esclusione di quelle delle regioni della convergenza (Puglia, Calabria, Sicilia e Campania, alle quali sono stare riservate specifiche misure) possono sottoporre il formulario di adesione disponibile online. Per i potenziali investitori saranno programmate anche delle visite presso gli ecosistemi locali settoriali per agevolare la conoscenza dei contesti in cui le startup crescono e si sviluppano.

Catanzaro: incentivi alle imprese per diagnosi energetiche

La Camera di Commercio di Catanzaro, al fine di incentivare politiche ed investimenti in materia di efficientamento energetico, concede dei voucher a favore delle imprese della provincia che effettuino diagnosi (audit) energetiche finalizzate alla valutazione del consumo e del risparmio di energia e all’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili (ad esempio impianti fotovoltaici, pannelli solari e termici). La Camera intende cofinanziare il 50% delle spese sostenute per gli audit energetici fino all’importo massimo di 2.000 euro per ciascuna azienda, con numero massimo di voucher da erogare stabilito nella misura di sette.

Alle imprese si richiede il possesso di una sede operativa nella provincia di Catanzaro, l’iscrizione al Registro Imprese della Camera di Commercio di Catanzaro, risultare attive ed essere in regola con il pagamento del diritto annuale, l’essere in regola con gli obblighi previdenziali come attestato dal Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) che sarà acquisito d’ufficio dall’Ente Camerale, il non avere in corso procedure concorsuali, l’essere in possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC) aziendale e il non operare in uno dei settori di attività economica per i quali non possono essere concessi aiuti in regime “de minimis”.

La domanda di contributo, con la documentazione prevista dal bando, può essere trasmessa a partire dalla pubblicazione dell’avviso del presente bando entro il termine perentorio del 30 settembre 2014 tramite posta elettronica certificata (pec) all’indirizzo cameradicommercio@cz.legalmail.camcom.it oppure a mano, esclusivamente all’Ufficio Protocollo dell’Ente, in Via Menniti Ippolito, 16 – Catanzaro – lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30, indicando sulla busta contenente domanda e Allegati “Domanda per la concessione di voucher alle imprese per la realizzazione di diagnosi energetiche anno 2014”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il bando pubblicato sul sito della CCIAA di Catanzaro.

Reggio Calabria: contributi alle imprese per corsi di lingua

Le Micro, Piccole e Medie imprese della provincia di Reggio Calabria possono presentare la domanda per accedere ai contributi messi a disposizione dalla Camera di Commercio con il bando per l’Erogazione di contributi alle aziende della Provincia per corsi di formazione in lingue straniere con un fondo di 30.000 euro. L’obiettivo è quello di sostenere le aziende della provincia che intendono consentire ai propri addetti di migliorare la conoscenza delle lingue straniere, al fine di accrescere la competitività sui mercati esteri. La Camera di Commercio si riserva la facoltà di riaprire i termini di scadenza in caso di mancato esaurimento delle risorse disponibili e di chiudere il bando in caso di esaurimento delle risorse.

Saranno ammesse a contributo esclusivamente le spese relative alla realizzazione di corsi di formazione in lingue straniere, strettamente attinenti all’attività dell’impresa, con attestazione del livello linguistico conseguito. I corsi devono essere rivolti a titolari e coadiuvanti di imprese individuali, soci delle società di persone con esclusione dei soci accomandanti, amministratori delle società di capitale e personale dipendente. Sono escluse le spese sostenute per la formazione di lavoratori para subordinati o con rapporti di collaborazione. Non saranno ammesse a contributo le spese relative a corsi la cui durata risulti essere inferiore a n. 50 ore, non frazionabili. Sarà consentito al massimo un 20% di assenze rispetto alle ore complessive del corso.

Il contributo sarà commisurato al 70% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 2.500. Le domande dovranno essere presentate fino alle ore 20.00 del giorno 5 settembre 2014, dal lunedì al venerdì tra le 8.00 e le 20.00 e sabato tra le 8.00 e le 13.00. Ciascuna impresa può inoltrare una sola domanda di contributo a valere sul presente bando esclusivamente in modalità telematica con firma digitale del legale rappresentante dell’impresa attraverso lo specifico sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov. Ulteriori dettagli sulle modalità di partecipazione sono disponibili nel bando pubblicato sul sito della Camera di Commercio di Reggio Calabria.  

Bologna: incentivi per progetti culturali innovativi con il bando “Incredibol”

Il Comune di Bologna promuove il progetto Incredibol! – L’Innovazione Creativa di Bologna, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna – Direzione Attività Produttive, Commercio, Turismo. La quarta edizione di Incredibol! intende sostenere lo sviluppo di progetti innovativi in campo culturale e creativo e avviare un registro degli spazi di coworking e incubazione sul territorio regionale. Saranno presi in considerazione progetti di associazioni, professionisti e imprese culturali e creative realizzati nelle aree della cultura materiale, della produzione e comunicazione di contenuti e del patrimonio storico-artistico. Per poter partecipare tutti i soggetti devono avere sede legale e operativa nel territorio della Regione Emilia-Romagna. 

I vincitori potranno usufruire di diverse opportunità, come contributi in denaro per lo sviluppo d’impresa, servizi di consulenza e formazione, supporto promozionale, locali a uso ufficio, laboratorio o magazzino in comodato gratuito, menzioni speciali.  Possono invece proporsi come spazi di coworking e incubazione accreditati presso “Incredibol!” le realtà regolarmente iscritte al Registro delle Imprese di una delle province dell’Emilia- Romagna con un numero di postazioni lavorative destinate al coworking o all’incubazione d’impresa non inferiore a 5, in grado di offrire spazi, attrezzature e servizi di supporto e di garantire la totale accessibilità alle persone con disabilità, in regola con le prescrizioni in materia ambientale e di sicurezza ed igiene del lavoro.

 

Le graduatorie dei soggetti vincitori e di quelli idonei verranno pubblicate sul sito del Comune di Bologna. I soggetti vincitori dovranno confermare l’accettazione delle opportunità e delle condizioni del progetto “Incredibol!” entro 15 giorni dal ricevimento della comunicazi Tutti gli interessati possono presentare la domanda di partecipazione al progetto fino alle ore 12.50 del 30 ottobre 2014, secondo le modalità indicate nel bandoLe candidature dovranno pervenire possibilmente entro il 30 ottobre 2014 per permettere la redazione del “Registro degli spazi di coworking e di incubazione” in tempi compatibili con la presente edizione del progetto.

 

Reggio Emilia: il bando “Fare Impresa 2014” per 20 aspiranti startupper

Nell’ambito  delle azioni finalizzate allo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di Commercio di Reggio Emilia lancia il percorso “Fare Impresa” 2014. L’iniziativa ha come obiettivo la creazione di nuove imprese nella provincia di Reggio Emilia, permettendo a 20 aspiranti imprenditrici e imprenditori reggiani di avviare un percorso di accompagnamento per start up d’impresa. Il bando, scaricabile dal sito www.re.camcom.gov.it dalla sezione “Incentivi camerali alle Imprese”, prevede la riserva di una parte dei posti a favore di progetti d’impresa femminili e giovanili. In una prima fase i candidati selezionati potranno accedere ad attività formative finalizzate a sostenere lo sviluppo di start up, dall’idea d’impresa alla sua concreta attuazione.

A chi frequenta almeno il 70% degli incontri formativi, il bando offre ulteriori 3 sessioni di consulenza per singolo progetto, allo scopo di personalizzare lo sviluppo del Business Plan. La partecipazione al bando è gratuita, previo superamento della selezione in base ai criteri previsti dall’ art. 7 del regolamento. Dal 2007 ad oggi la crisi ha prodotto un aumento del tasso di disoccupazione pari a tre punti, con un particolare appesantimento della situazione del lavoro femminile. Il tasso di disoccupazione, infatti, è passato dall’1,8% al 4% per gli uomini, mentre per le donne è salito dall’1,9% al 5,8%, con un picco particolarmente negativo nel 2010, quando si è attestato al 6,2%.

Proprio per questo il percorso sostenuto dalla Camera di Commercio riserva particolare attenzione all’imprenditoria femminile, unitamente a quella giovanile. Il titolo del progetto riprende il nome del profilo Facebook Fare Impresa (https://www.facebook.com/FareImpresaCCIAARE) già utilizzato dagli operatori camerali per interagire con imprese e altri utenti, al fine di veicolare al meglio le informazioni sulle iniziative camerali proposte dallo Sportello Nuove Imprese. Le domande di accesso al bando possono essere inviate sia con raccomandata che in via telematica. Per informazioni e per scaricare la modulistica, si può consultare il sito web www.re.camcom.gov.it  o chiamare il  Servizio Promozione al tel. 0522796505-530.