Firenze: contributi alle imprese del commercio

La Camera di Commercio di Firenze ha dato il via ad un nuovo bando mirato ad incentivare i processi di innovazione organizzativa e le spese di start up delle piccole e medie imprese commerciali della provincia di Firenze. Il bando è rivolto alle PMI attive ed esercenti l’attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso nei settori alimentare e non alimentare, nonché attività di somministrazione attive.

Sono considerate ammissibili le spese sostenute dalle start up per la costituzione dell’impresa (spese notarili, spese per le pratiche di iscrizione presso Registro Imprese, Agenzia Entrate, INP, INAIL, Comune ecc. con esclusione di imposte, tasse e diritti camerali), per la frequenza di corsi di formazione propedeutici all’acquisizione dei requisiti professionali nonché per adempimenti formativi obbligatori organizzati da agenzie formative accreditate e per consulenze tecniche necessarie all’avvio dell’attività (es. relazioni tecniche per idoneità locali, notifica sanitaria, progettazione locali e direzione lavori, studi di fattibilità e relativi business plan, ecc.).

Per quanto riguarda l’innovazione professionale, sono considerate ammissibili le spese per consulenze (finalizzate al miglioramento delle performance attraverso una diversificazione, riconversione o riorganizzazione aziendale, riorganizzazione delle risorse umane, studi di fattibilità e relativi business plan, progetti di marketing aziendale), per la partecipazione a corsi di formazione specifici dedicati alla riconversione o riorganizzazione aziendale organizzati da agenzie formative accreditate e quelle per investimenti necessari ad attuare processi di diversificazione, riconversione e riorganizzazione aziendale (es. acquisti di beni strumentali, realizzazione sito e-commerce, ecc).

La somma messa a disposizione dalla CCIAA di Firenze ammonta a € 50.000. Ogni progetto selezionato riceverà un contributo dall’entità pari al 80% delle spese sostenute fino ad un massimale di € 3.000 ed un minimo di spese ammissibili di € 500. Le domande di partecipazione vanno inviate tramite posta elettronica certificata entro il 15 dicembre 2014. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il bando ufficiale.

Massa Carrara: “Boot camp” per nuove imprese

La Camera di Commercio di Massa Carrara, nell’ambito del progetto “Boot Camp”, intende promuovere un’offerta integrata di servizi di informazioneorientamentoformazione, assistenza tecnica ed accompagnamento nell’elaborazione di progetti di fattibilità, piani d’impresa e business planL’iniziativa è a favore di titolari o soci di imprese in fase di costituzione o comunque nuove imprese costituite da non oltre 36 mesi in provincia di Massa Carrara e di lavoratori che intendono avviare una nuova impresa in provincia di Massa Carrara e aspiranti imprenditori, in condizione di disoccupazione o inoccupazione, che avvieranno la propria impresa nel territorio di Massa Carrara e provincia.

Il percorso prevede una fase formativa con lo scopo di sostenere il partecipante nella corretta applicazione delle metodologie di analisi del progetto per arrivare a padroneggiare gli strumenti necessari ad una corretta valutazione di fattibilità. Verranno svolte in aula 16 ore di formazione, assistenza e accompagnamento di un massimo di 20 aspiranti e neo imprenditori per la formulazione di progetti di fattibilità e piani d’impresa, l’accesso e l’utilizzo delle agevolazioni, nonché per la successiva fase di start-up. Seguirà la fase tre riservata a 10 aspiranti e neo imprenditori, con lo svolgimento di sessioni individuali di 4 ore complessive per ciascun partecipante per l’accompagnamento nella redazione del Business Plan.

Le domande dovranno essere presentate compilando l’apposito modulo in allegato alla CCIAA di Massa Carrara entro e non oltre le ore 12.00 del 19 settembre 2014 (salvo chiusura anticipata dell’avviso per esaurimento dei 20 posti disponibili) esclusivamente tramite PEC all’indirizzo cciaa.massacarrara@ms.legalmail.camcom.it. Faranno fede la data e l’ora di invio del messaggio di posta elettronica certificata da parte del mittente. Le imprese che avranno usufruito del percorso di accompagnamento potranno inoltre entro il 30 settembre 2014 presentare domanda per richiedere contributi per l’avvio di attività imprenditoriali. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il bando.

Massa Carrara: incentivi per startup

La Camera di Commercio di Massa-Carrara intende promuovere e sostenere l’autoimpiego, la creazione e lo start-up di nuove imprese in provincia di Massa-Carrara, mediante contributi a fondo perduto per l’avvio di attività imprenditoriali, comunque costituite nelle forme previste dalla vigente legislazione. L’iniziativa è a favore di micro, piccole e medie imprese in fase di costituzione o già iscritte al Registro Imprese da non più di 36 mesi, con sede o unità locale oggetto dell’investimento nella Provincia di Massa Carrara, che abbiano usufruito di percorsi di formazione, orientamento, assistenza e  tutoraggio erogati dalla Camera di Commercio o che si impegnino a fruirne entro ottobre 2014.

Le iniziative agevolabili sono relative a programmi di investimento per l’avvio di impresa che  siano coerenti con l’attività svolta e siano successivi al 1 luglio 2013, con un importo complessivo delle spese ammissibili pari almeno a 5.000 euro. Le spese ammissibili sono relative a macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica, impianti, arredi, nuovi di fabbrica, hardware e software, costi per la progettazione e la realizzazione di siti internet, mentre non sono ammessi i costi di funzionamento (mantenimento annuo, hosting, web marketing, ecc.). Inoltre, non sono accettati i costi relativi ad opere murarie, le spese per l’avviamento in caso di acquisto di attività già esistenti e l’acquisto di beni usati.

L’intervento della Camera di Commercio consiste in un contributo a fondo perduto nella misura pari al 30% delle spese ammissibili e non potrà, in ogni caso, superare l’importo di € 5.000 per ogni singola impresa richiedente. Le domande di partecipazione devono pervenire entro le ore 12 del 19 settembre 2014, eccetto chiusura anticipata dell’avviso per esaurimento dei posti disponibili secondo le modalità indicate nel bando. Le imprese che avranno usufruito del percorso di accompagnamento potranno inoltre entro il 30 settembre 2014 presentare domanda per richiedere contributi per l’avvio di attività imprenditoriali. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il bando ufficiale.

Lazio: il bando “Innova tu” per l’impresa sociale

“Innova tu” è il bando pubblicato dalla Regione Lazio con l’obiettivo di valorizzare e favorire l’innovazione delle imprese sociali, al fine di offrire soluzioni innovative alle fasce di cittadini più fragili e creare nuovi posti di lavoro nel settore. Con l’espressione “Innovazione Sociale” si intende definire una rivoluzione di intenti, che vuole offrire nuove risposte e soluzioni ai multiformi bisogni della collettività, attraverso progetti concreti mirati a creare e accumulare valore aggiunto per la comunità nel suo insieme. Possono partecipare al bando le imprese sociali e le cooperative sociali situate nel Lazio iscritte negli appositi Albi o Registri regionali.

Sono ammessi progetti che comprendono azioni innovative relative all’agricoltura sociale, alla valorizzazione delle pratiche di economia civile, alla resilienza e al nuovo welfare state, al coworking, a servizi di assistenza leggera di prossimità, alla sperimentazione di modelli innovativi di servizi collaborativi, alla rigenerazione urbana di edifici dismessi o aree sottoutilizzate e quartieri degradati, al social street, all’ICT di supporto per contact center con app dedicate funzionali alle emergenze sociali o alle pari opportunità e all’accesso dei servizi, ad azioni e progetti di sensibilizzazione dei territori sulle nuove best practices di innovazione sociale, a servizi di orientamento e benessere per cittadini con necessità speciali o fragilità sociale.

Sono considerate ammissibili le voci di spesa relative ai costi per servizi imputabili al progetto, spese di personale, acquisto o affitto di macchinari o attrezzature e fabbricati e spese generali. Lo stanziamento messo a disposizione dalla Regione per il bando ammonta a € 1.500.000 mentre il contributo massimo concedibile per ciascun progetto è di un importo pari a € 50.000. Le domande di partecipazione  in busta chiusa devono essere inviate con consegna a mano o a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro e non oltre le 12.00 del 20 settembre 2014 al seguente indirizzo: Regione Lazio – Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport “Area Impresa Sociale e Servizio Civile” Via del Serafico 127- 00142 Roma.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il bando sul sito ufficiale.

“Women for Expo-Progetti delle donne”: concorso per start up femminili

Il concorso “Women for Expo-Progetti delle donne” è rivolto ad imprenditrici e aspiranti imprenditrici, che abbiano un progetto il cui avvio possa dare un contributo significativo all’empowerment femminile, all’innovazione, alla sostenibilità ambientale ed economica. L’obiettivo è mettere al centro il punto di vista femminile sul tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Il concorso è aperto alle idee imprenditoriali delle donne che vivono sul territorio italiano nei settori di riferimento di Expo Milano 2015 ed è riservata a imprese femminili in via di costituzione o di nuova costituzione entro la scadenza del termine per presentare la domanda di partecipazione.

Sono ammissibili al concorso i progetti imprenditoriali provenienti da donne destinati ad essere realizzati nell’ambito del territorio nazionale. Tali progetti verranno valutati in base ai seguenti criteri:  enpowerment, ovvero capacità del progetto di determinare un miglioramento nella qualità della vita delle donne; innovazione, ovvero portata innovativa del progetto e del risultato prodotto, dei metodi e degli strumenti utilizzati; sostenibilità, ovvero sostenibilità economica ed ambientale del progetto nel medio-lungo termine; impatto, ovvero ampiezza del bacino effettivo o potenziale dei destinatari del progetto; comunicabilità, ovvero forza narrativa del progetto e delle strategie di comunicazione e visibilità.

I progetti premiati riceveranno € 40.000 per il progetto primo classificato, € 30.000 per il progetto secondo classificato, € 10.000 per il miglior progetto presentato da una under 35 (Premio Vivaio) e visibilità all’interno della presentazione degli eventi di Padiglione Italia nel corso del semestre dedicato all’Expo 2015. Le iscrizioni vanno effettuate attraverso il form online disponibile sul sito ufficiale entro il 31 ottobre 2014. Ciascuna partecipante, sia in forma individuale, che associata o raggruppata, potrà partecipare al Concorso presentando o contribuendo a presentare una sola domanda di partecipazione e un solo progetto. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il bando ufficiale.

“La mia impresa a Scandicci”: concorso per giovani imprenditori

“La mia impresa a Scandicci” è un concorso d’idee bandito dal Comune per realizzare progetti imprenditoriali nel territorio di Scandicci e dedicato a giovani tra i 18 e i 40 anni. L’iniziativa sarà realizzata grazie alla collaborazione dell’Agenzia Formativa del Comune di Scandicci, l’Associazione Vivaio per l’Intraprendenza di Firenze e avrà il sostegno di diverse realtà imprenditoriali. Il premio finale è subordinato al reale avvio dell’impresa. Il concorso si articola attraverso tappe intermedie e un traguardo finale. Dal 25 luglio 2014 al 26 settembre 2014 i candidati possono presentare le proprie idee imprenditoriali attraverso l’invio della candidatura on line.

Durante lo svolgimento della Fiera – dal 4 al 12 ottobre – verranno resi noti i progetti iscritti al bando e la cittadinanza potrà esprimere la propria preferenza per il progetto che ritiene più convincente; nel corso della Fiera i proponenti dovranno anche presentare il progetto alla giuria dei selezionatori. Le 30 proposte più meritevoli parteciperanno a un corso formativo gratuito per l’imprenditorialità, della durata di 16 ore, che servirà a valutare la fattibilità dei progetti. Al termine di questa fase, saranno selezionate quindici proposte, che avranno accesso a un secondo corso formativo gratuito della durata di 32 ore,  in cui sarà fornita assistenza per l’elaborazione del business plan.

I premi finali saranno assegnati ai tre migliori business plan, a cui andrà un contributo in denaro a fondo perduto per l’avvio di impresa: il primo classificato riceverà 5 mila euro,  il secondo 3 mila euro e il terzo 2 mila euro. Le proposte potranno essere inviate per posta elettronica a impresascandicci@comune.scandicci.fi.it  dal 25 luglio al 26 settembre 2014 secondo le modalità indicate nel bando, disponibile sul sito del Comune di Scandicci a partire dal 25 luglio 2014. Dalla chiusura del bando le proposte dei giovani saranno valutate sia dal pubblico (in Fiera), che da una commissione scientifica che determinerà i vari stadi di selezione dal concorso. 

Novara: premio “Startup al decollo” per le imprese

Con il Premio “Startup al decollo” la Camera di Commercio di Novara sostiene gli investimenti iniziali delle start up, permettendo alle imprese di disporre in anticipo della liquidità necessaria per investimenti funzionali al decollo e allo sviluppo dell’attività. Possono candidarsi all’assegnazione del Premio le imprese costituitesi a partire dall’1 gennaio 2013, presenti con almeno un’unità locale operativa attiva nella provincia di Novara ed in regola, nei confronti della Camera di Commercio. L’impresa deve essere di micro, piccola o media dimensione, non trovarsi in stato di difficoltà ed essere nella situazione di voler effettuare investimenti necessari per il decollo e lo sviluppo dell’attività per un valore lordo pari almeno a 3.000 euro.

Verranno assegnati 10 Premi di un valore pari a 3.000 euro lordi ciascuno, che saranno erogati alle imprese subito dopo la selezione e che saranno destinati agli investimenti descritti nella domanda. L’azienda si impegna, qualora selezionata per l’assegnazione del Premio, ad effettuare gli investimenti indicati secondo i tempi e le modalità specificati nel presente avviso. Ai fini della selezione verranno considerati per un punteggio massimo pari a 100 il carattere di innovatività degli investimenti da effettuare, il percorso di sviluppo attuato e previsto dall’impresa, l’adesione dell’impresa all’assistenza di Nuovolavoro o insediamento presso un Incubatore novarese e la possibilità di sviluppo occupazionale.

Per candidarsi all’assegnazione del premio occorre presentare la domanda entro il 5 settembre 2014 secondo le modalità indicate nell’avviso. Entro il 17 ottobre 2014 verrà data comunicazione dell’esito di assegnazione del Premio a tutte le imprese richiedenti ed entro i 10 giorni successivi verrà disposto l’accredito sul conto corrente delle imprese vincitrici. A pena di revoca, è richiesto alle imprese vincitrici di effettuare gli investimenti previsti entro il 19 dicembre 2014 e di inviare entro la stessa data all’indirizzo servizi.imprese@no.camcom.it le foto degli stessi unite ad una breve descrizione dei benefici della loro introduzione.

 

 

Programma FIxO: contributi alle imprese che assumono giovani under 35

Italia Lavoro ha pubblicato due avvisi nell’ambito delle misure di intervento che rientrano nel programma FIxO “Scuola&Università”. Obiettivo è incentivare l’assunzione di dottori di ricerca tra i 30 e i 35 anni e di giovani diplomandi, diplomati, laureandi, laureati e dottorandi di ricerca tra i 16 e i 29 anni con contratti di apprendistato di alta formazione e ricerca. Gli interventi FIxO intendono contribuire al progressivo miglioramento dei tassi di occupazione dei giovani studenti e laureati italiani in linea con la media UE,  migliorando la qualità dei posti di lavoro per il capitale umano qualificato.

Le imprese potranno ricevere dei contributi pari a 8000 euro per l’assunzione di dottori di ricerca  di età compresa tra i 30 e i 35 anni non compiuti con contratto di lavoro subordinato full time (a tempo indeterminato o determinato per almeno 12 mesi), più un eventuale contributo fino a 2 mila euro per le attività di assistenza didattica individuale, 6000 euro per l’assunzione di giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni come apprendisti a tempo pieno o 4000 euro per l’assunzione di giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni come apprendisti a tempo parziale per almeno 24 ore settimanali. Gli importi dei bonus indicati sono da intendersi per l’assunzione di un singolo soggetto.

La domanda di contributo potrà essere presentata unicamente attraverso il sistema informativo di progetto (piattaforma), raggiungibile al seguente indirizzo: http://FixoL4.italialavoro.it, a partire dalle 10 del 10/07/2014 e non oltre il 31/12/2014, salvo il caso di esaurimento delle risorse disponibili che sarà comunicato sul sito di Italia Lavoro. Per ulteriori informazioni è possibile consultare sia l’avviso per i contributi alle imprese che assumono dottori di ricerca che quello relativo ai contributi alle imprese che assumono giovani con contratti di apprendistato di alta formazione e ricerca finalizzati allo svolgimento di attività di ricerca.

Reggio Calabria: sostegno finanziario per lo sviluppo delle micro-PMI

La Camera di Commercio di Reggio Calabria intende sostenere la realizzazione di progetti rivolti allo sviluppo delle dotazioni strumentali, tecnologiche e immateriali delle micro-pmi della Provincia di Reggio Calabria, attraverso l’erogazione di contributi in conto capitale con un fondo a disposizione di € 150.000. La Camera di Commercio si riserva la facoltà di riaprire i termini di scadenza in caso di mancato esaurimento delle risorse disponibili e chiudere il bando in caso di esaurimento delle risorse. Sono beneficiari del bando le imprese, loro cooperative e consorzi, che rientrino nella definizione di micro, piccola e media impresa con sede o unità operativa nella provincia di Reggio Calabria che siano in regola con il pagamento del diritto annuale camerale e non sottoposte a procedure concorsuali quali fallimento, amministrazione controllata, amministrazione straordinaria, concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa.

Sono ammesse al contributo le spese realizzate per l’acquisto di beni e servizi nuovi e destinati alla sede o all’unità locale dell’impresa, ubicate nella provincia di Reggio Calabria e regolarmente denunciate al Registro delle Imprese. Il primo intervento, per i beni strumentali e tecnologici, ammette come spese l’acquisto di beni strumentali nuovi di fabbrica e strettamente connessi all’attività dell’azienda. Il secondo intervento, per applicazioni Internet, Intranet e E-commerce, riguarda le  spese per la realizzazione del sito internet aziendale, di reti intranet o di progetti di e-commerce dotati di almeno un dominio di secondo livello di proprietà del beneficiario e che presentino contenuti rigorosamente attinenti all’attività dell’impresa. Il terzo ed ultimo intervento sulla proprietà industriale  contempla le spese di deposito o di consulenza inerenti la domanda di deposito del brevetto o di registrazione di marchi o disegni a livello nazionale, sopranazionale ed estero.

Il contributo che verrà liquidato nei limiti del Fondo annualmente stanziato è commisurato al 70% delle spese ammissibili al netto dell’IVA fino ad un massimo di € 4.000.  Il contributo è da considerarsi al lordo della ritenuta di acconto del 4% e sarà erogato a fondo perduto ed in un’unica soluzione alle imprese beneficiarie sulla base della rendicontazione delle spese effettivamente sostenute e pagate entro la data di rendicontazione. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle ore 20.00 del giorno 5 settembre 2014 e potrà essere effettuata dal lunedì al venerdì tra le 8.00 e le 20.00 e sabato tra le 8.00 e le 13.00.  L’invio delle domande di contributo dovrà avvenire esclusivamente in modalità  telematica con firma digitale del legale rappresentante dell’impresa attraverso lo specifico sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-govPer ulteriori informazioni consulta il bando completo o visita il sito www.rc.camcom.gov.it.

Premio Impresa Rosa d’Abruzzo: l’eccellenza imprenditoriale al femminile

L’Agenzia L&L Comunicazione promuove la II edizione del Premio Impresa Rosa d’Abruzzo, il concorso mirato a valorizzare la capacità imprenditoriale femminile come espressione di creatività nella realizzazione di nuove imprese o nell’innovazione di quelle esistenti.  Saranno scelte 9 imprenditrici alla guida dell’azienda che nel periodo compreso fra il 1/01/2008 e il 31/12/2013 abbiano fondato un’azienda innovativa e/o vi abbiano introdotto significativi rinnovamenti di prodotto o di processo. Possono partecipare al concorso imprenditrici che nel periodo compreso tra il 2008 e il 2013 abbiano creato un’azienda innovativa e/o vi abbiano introdotto rinnovamenti di rilevanza di prodotto o processo.

I premi verranno consegnati alle nove imprenditrici che, una per categoria, si siano distinte per almeno uno di questi punti: creatività dell’idea imprenditoriale e validità delle innovazioni introdotte; efficacia dello stile di conduzione aziendale; particolare attenzione alla comunicazione del brand; dowshifting e metodologie implementate nell’organizzazione di lavoro a vantaggio di una migliore qualità della vita; qualità del rapporto con il territorio e attenzione alla sostenibilità ambientale; valorizzazione della ricerca (eventuale collaborazione con università, istituti di ricerca, ecc.); territorialità dell’attività svolta a Giulianova; età dell’imprenditrice, under 30; qualificazione e valorizzazione del territorio e/o della produzione tipica locale.

La partecipazione delle imprenditrici abruzzesi al Premio può avvenire per auto candidatura oppure su segnalazione di altre imprenditrici, Associazioni ed Enti. Per partecipare è necessario compilare l’apposito modulo, ed inviarlo alla Segreteria del Premio secondo le modalità indicate. Il modulo dovrà essere compilato e inviato entro il 12 settembre 2014 inserendo i dati personali*, obbligatori per la partecipazione e per ricevere comunicazione dell’eventuale selezione, e potrà essere inviato: via e-mail all’indirizzo impresarosa@lelcomunicazione.it oppure via posta ordinaria Segreteria Premio Impresa Rosa D’Abruzzo: c/o L & L Comunicazione, via Bindi, 2, 64021 Giulianova (TE).  Per ulteriori informazioni è possibile consultare il seguente link.